Home » Articoli » Album Review » Gianmaria Testa: Vitamia

Gianmaria Testa: Vitamia

By

Sign in to view read count
Gianmaria Testa: Vitamia
Nuovo e riconoscibile, fine nei riferimenti e (persino) pop - talvolta - nella forma, Gianmaria Testa torna con un album che mette d'accordo critica e pubblico. Vitamia, lavoro in studio il cui titolo pare quasi una resa implicita e limpida alla complessità e alla molteplicità dei temi trattati nelle undici tracce del CD, si ascolta d'un fiato senza che l'orecchio ceda il passo alla musica o alle parole. Qui ancora più che altrove, infatti, l'ex capotreno che ha trovato fortuna Oltralpe prima ancora che in Italia riesce a costruire una rete di parole e note miracolosamente in equilibrio.

Non è l'unico pregio di un disco che si scopre un poco alla volta, ascolto dopo ascolto, nonostante la facilità delle sue melodie. La formazione composita di Testa, da sempre abile ad attingere dal patrimonio folk, dalla canzone d'autore e dal jazz (il progetto in tributo a Léo Ferré abbracciato qualche anno fa nelle file della super-band composta da Paolo Fresu, Roberti Cipelli, Philippe Garcia e Attilio Zanchi ne è la sintesi perfetta), tocca una consapevolezza e un controllo di colori e linguaggi inaudito. Chi scrive considera Da questa parte del mare, del 2006, uno dei migliori concept-album di sempre, così come Lampo, del 1999, fra gli album di canzone d'autore più illuminati degli ultimi 20 anni. Ma con Vitamia, Testa compie un salto. L'elaborazione del folk per una nuova canzone d'autore è in "Nuovo," brano che apre l'album, il rock cupo e misurato lo si ritrova in "Lasciami andare," mentre una variante elettrica urbana e operaia degli anni Duemila si ascolta in "Sottosopra". Gli amanti del Testa più classico si entusiasmeranno sulle indolenze sudamericane di "Dimestichezze d'amor," o sulle note del carrilon sghembo di "Aquadub," nella storia in punta di voce di "Lele" e dei mari lontani - sì, ancora il mare - di "20mila leghe (in fondo al mare)".

La band, oltre che una garanzia di grande musica, è un inno alla marca poliedrica e intrisa di jazz di Gianmaria con Giancarlo Bianchetti alle chitarre, Nicola Negrini al contrabbasso, Philippe Garcia alla batteria e Roberto Cipelli al pianoforte. Ai compagni di sempre si aggiungono Mario Brunello al violoncello (è sua l'incursione 'armena,' al termine di "Lele), Gianluca Petrella al trombone, Luciano Biondini alla fisarmonica e Carlo De Martini agli archi.

Track Listing

1. Nuovo; 2. Lasciami Andare; 3. Lele; 4. Dimestichezze d'Amor; 5. Cordiali Saluti. 6. 18 Mila Giorni;7. Aquadub; 8. Sottosopra; 9. 20 Mila Leghe (In Fondo Del Mare); 10. Di Niente; Metà; 11. La Giostra.

Personnel

Nicola Negrini
bass, acoustic

Gianmaria Testa (voce, chitarre); Giancarlo Bianchetti (chitarre); Nicola Negrini (contrabbasso); Philippe Garcia (batteria); Roberto Cipelli (pianoforte); Mario Brunello al (violoncello); Gianluca Petrella (trombone); Luciano Biondini (fisarmonica); Carlo De Martini (violino; violoncello).

Album information

Title: Vitamia [Gianmaria Testa] | Year Released: 2011 | Record Label: Le Chant du Monde

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

In Duo
David Liebman, Jeff Williams
Two Moons
Michelle Lordi
Homage
Michael Weiss
Being
Chris Rottmayer

Popular

Compassion
Vijay Iyer
Jazz Hands
Bob James
Esengo
London Afrobeat Collective

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.