Home » Articoli » JoVia Armstrong: The Antidote Suite

Album Review

JoVia Armstrong: The Antidote Suite

By

Sign in to view read count
JoVia Armstrong: The Antidote Suite
La scena musicale di Chicago regala continue sorprese. Protagoniste di questo lavoro sono la percussionista e compositrice JoVia Armstrong e la violinista Leslie Deshazor Adams, riunite nell'Eunoia Society. Accanto a loro un nutrito gruppo di ospiti, tra cui i celebri Jeff Parker e Nicole Mitchell.

The Antidote Suite è pubblicato dalla nuova etichetta della flautista e non è casuale: la Armstrong è infatti un nuovo membro dell'AACM ed è fortemente impegnata nella valorizzazione del patrimonio culturale afroamericano. JoVia è diplomata presso la Cass Tech H.S. di Detroit (dov'è nata) e svolge un dottorato di ricerca presso l'Integrated Composition Improvisation and Technology dell'Università di California Irvine. La sua attività professionale l'ha portata a Chicago, operando nella black popular music e con musicisti africani (Ballaké Sissoko, Babani Kone) e sudamericani (Joe Vasconcellos). Il suo debutto discografico Fuzzy Blue Robe Chronicles (disponibile su Bandcamp) risale al 2009 ed è un bell'esempio di quelle influenze, in equilibrio tra jazz e soul. A distanza di 12 anni la prospettiva è mutata e il disco mostra maturità progettuale e l'influenza del jazz di ricerca. La Armstrong s'è esibita col Black Earth Ensemble di Nicole Mitchell e nel 2015 ha vinto il Black Women In Jazz Awards.

A differenza di quel primo debutto ricco di groove, il disco attuale si caratterizza per una ricerca contemplativa—talvolta estatica o astratta—dove s'impongono evocative melodie, che si snodano con lentezza negli interventi di flauto, violino elettrico e chitarra. Fanno da sfondo solenni fondali elettroacustici e vocali.

Da questo punto di vista il brano più rappresentativo della sensibilità jazzistica è "Meditations on Oya (Mμ)," con due ottimi interventi della Mitchell e di Parker. Mentre un clima folk impregna la successiva ballad "Beautifully Black" (Leslie DeShazor protagonista), l'originale "Zebra" si dipana con lentezza tra suggestioni hip-hop, alterazioni metriche e un finale sperimentale. Ancora una lunga improvvisazione di Leslie al violino elettrico (più un estatico finale con Amr Fahmy al Rhodes) nell'unico brano ritmicamente variopinto dedicato a Herbie Hancock.

La suite è stata commissionata dalla Dr. Bridget Cooks, come soundtrack della mostra Black Index Art e una piena valutazione della musica va fatta in funzione di quel contesto.

Track Listing

Breathe; Meditations on Oya (Mμ); Beautifully Black; Zebra; Shades and Shapes.

Personnel

JoVia Armstrong: percussion; Leslie Deshazor Adams: violin; Nicole Mitchell: flute; Jeff Parker: guitar; Amr Fahmy: piano; Yaw Agyeman: voice / vocals; Teh'Ray Hale: voice / vocals.

Additional Instrumentation

Amr Fahmy: Fender Rhodes; Isaiah Sharkey; bass.

Album information

Title: The Antidote Suite | Year Released: 2022 | Record Label: Self Produced


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a champion of jazz since 1995, supporting it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to rigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

Xaybu: The Unseen
Steve Lehman & Sélébéyone
Secret People
Secret People
If I Knew Then
Naama Gheber

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.