Claudio Vignali: Rach Mode On

Emmanuel Di Tommaso BY

Sign in to view read count
Claudio Vignali: Rach Mode On
Dopo l'ottimo esordio di Indu Juggernaut e gli interessanti dischi collaborativi del 2016 Now and Then e Revert, Claudio Vignali prosegue il suo appassionante viaggio alla ricerca di territori sonori inesplorati tornando in studio di registrazione insieme a Daniele Principato, con il quale ha intrapreso fino dal 2012 un percorso di integrazione fra strumenti acustici ed elettronica, e Rob Mazurek, il visionario cornettista e compositore ormai punto di riferimento della scena jazz di Chicago nell'ambito dell'improvvisazione musicale.

Il risultato è Rach Mode On, album pubblicato dalla Auand e basato prevalentemente sulla tecnica compositiva del campionamento in tempo reale, in cui le melodie e le improvvisazioni del pianoforte di Vignali e del corno di Mazurek vengono assorbite in un abisso instabile di campionamenti, di vociferazioni, di loop, di beat lisergici della drum machine e di arpeggi distorti della chitarra di Principato, che è direttore di questa orchestra invisibile e disumana capace di dipingere risonanze di mondi inesistenti.

Le tracce più interessanti del disco sono quelle in cui la sperimentazione elettro-acustica è integrata alle sonorità di strumenti riprocessati: da segnalare soprattutto le orchestrazioni di "Il Fauno" e della title track, quest'ultima impreziosita dalla voce di Serena Zaniboni e dal violoncello di Enrico Ferri e definita dallo stesso Vignali come "un concerto per piano e orchestra immaginato in un'epoca moderna."

L'interplay fra Vignali e Mazurek è sempre ben misurato nel dispiegare melodie diafane che non temono ma anzi cercano il silenzio assoluto. I due, coadiuvati dagli innesti elettronici di Principato, danno vita a una combinazione di suoni acustici, elettronica, silenzi e improvvisazione che vede pochi altri esempi nella musica contemporanea (Jon Balke e il Daniel Karlsson Trio per dirne alcuni, sebbene in questi ultimi l'elemento dell'improvvisazione sia ben più contenuto rispetto a Rach Mode On).

Rappresentano invece dei passaggi a vuoto alcune parti in cui l'elettronica sovrasta eccessivamente i suoni acustici ("Alien Floating Brain" e "Hexagonal" in particolare) con il risultato di trasferire l'intero paesaggio sonoro all'interno di un'atmosfera elettro-ambient incentrata su rumorismi astratti che minano la generale coerenza musicale e concettuale.

All'interno di questo mosaico complesso di suoni, colpisce soprattutto la capacità di Vignali di restare fedele all'idea e alla pratica di pianismo totale di stampo classico e rachmaninoviano, mantenendo un sound essenzialmente puro e romantico eppure atemporale e aperto alle deformazioni di ogni sorta, purché il risultato sia la generazione di suggestioni e di benessere onirico.

Track Listing

Little Light; Rach Mode On; Alien Floating Brain; Dark; A Ship In The Abyss; Il Fauno; Hexagonal; Breath; Sublimation;

Personnel

Claudio Vignali: piano; Rob Mazurek: trumpet; Daniele Principato: electronics.

Additional Instrumentation

Serena Zamboni: Voice on 02 (Rach Mode On); Enrico Ferri: Cello on 02 (Rach Mode On) and 06 (Il Fauno).

Album information

Title: Rach Mode On | Year Released: 2019 | Record Label: Auand Records

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

This Land
Theo Bleckmann & The Westerlies
Trust Me
Gerry Eastman Trio
Pittsburgh
Matthew Stevens
Wandersphere
Borderlands Trio: Stephan Crump / Kris Davis /...
Kinds of Love
Renee Rosnes
Lockdown
The Biscodini Organ Trio
In Our Time
Victor Gould
Someday, Something
Rebecca DuMaine

Popular

Absence
Terence Blanchard featuring The E-Collective
The Garden
Rachel Eckroth
Time Frames
Michael Waldrop

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.