Home » Articoli » Album Review » Pietro Tonolo - Arnie Somogy - Jorge Rossy - Joe Chamber...

Pietro Tonolo - Arnie Somogy - Jorge Rossy - Joe Chambers: Passport

By

Sign in to view read count
Pietro Tonolo - Arnie Somogy - Jorge Rossy - Joe Chambers: Passport
Ci si accomoda con la sensazione che quello che starà per accadere sarà molto di più di un concerto. Quello che ascoltiamo in Passport è stato registrato nel marzo 2011 all'Audotorium Parco della Musica di Roma), tappa importante del tour di un gruppo che Joe Chambers descrive asciuttamente: «Quando Pietro mi ha chiesto di pensare a un nome per un gruppo in procinto di partire per un tour in Italia organizzato dal sempre energico appassionato di Jazz Toti Cannistraro, il nome che mi è venuto subito in mente è stato Passport. Perché Passport? Siamo quattro musicisti professionisti che vengono da quattro paesi diversi: Spagna, Inghilterra, Italia e Stati Uniti; Jorge Rossy, pianoforte e batteria; Arnie Somogy, contrabbasso; Pietro Tonolo, sassofoni; Joe Chambers, batteria e vibrafono. È stato detto che "la musica è il linguaggio universale". Io dico che "il jazz è la musica universale". È anche la più democratica, offrendo a qualunque individuo da qualsiasi parte del mondo, la libertà di espressione. Davvero, Passport era il nome giusto per questo gruppo».

Un concerto dove si alternano alle composizioni originali dei membri del quartetto brani di Lacy ("Esteem"), Cables ("Phantom of the City"), Weill ("This Is Now"), Shorter ("Rio"). Se la musica è il più universale dei linguaggi, se le frontiere geografiche e linguistiche non contano in una prospettiva universalista, è chiaro che il "passaporto" di questa avventura riguarda un movimento verso la patria reale, il vero paese cui bisogna giungere, quello della musica—e lì sentirsi di casa, peraltro accolti da questa vera e bella idea che il jazz sia una sorta di "democrazia nei fatti". Come non ricordare Ralph Ellison e la sua definizione del jazz come ciò che si aveva al posto della libertà?

Questa matrice ideologica del jazz è il concetto che più di ogni altro ha garantito l'evoluzione di questa musica, i suoi diversi rami che nati, osservava Duke Ellington, dal tronco principale del mainstream sono la storia stessa del jazz e dei suoi protagonisti. Questa registrazione è dunque una verifica nei fatti di quanto si è detto, con una intensità ed un coinvolgimento che può essere espresso solo da musicisti di solida cultura "democratica". Osservazione tanto più vera quanto più si rifletta che uno degli effetti di controtendenza del cosiddetto "globalismo" sia stata la resipiscenza dei particolarismi, delle attitudini di conservazione e di rivendicazione di concetti identitari senza prospettiva e senza respiro. Per cui questo concetto assume un valore, diciamo così, di conferma su determinate necessità che riguardano il mondo della musica come parte del mondo nel quale viviamo, senza chiusure accademiche o snobismi virtuosistici.

Può anche essere, e deve essere così, che il jazz rappresenti una vera lezione di libertà e di dialogo.

Visita i siti di Pietro Tonolo, Arnie Somogyi, Jorge Rossy e Joe Chambers.

Personnel

Pietro Tonolo
saxophone

Album information

Title: Passport | Year Released: 2012 | Record Label: Parco Della Musica Records


Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Journey to Where
Trish Clowes & Ross Stanley
Torque
Tourismo
Influences
Jared Hall

Popular

For Real!
Hampton Hawes
My Prophet
Oded Tzur
Nimble Digits
Geoff Stradling
Time Again
Koppel, Blade, Koppel

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.