All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

2

Kaja Draksler Octet: Out for Stars

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
Nel precedente Gledalec le parole erano quelle di Pablo Neruda, Gregor Strnisa e Adriana Minou in questo Out for Stars poeta unico di riferimento è l'americano Robert Frost. Ad animare i testi, colorarli di immagini, evocare paesaggi della natura (che sia quella del New England di Frost o della natia Slovenia poco importa) e dell'anima ci pensa il meraviglioso ottetto allestito da Kaja Draksler, ennesimo fulgido, giovane talento emerso negli ultimi anni dalla scena musicale slovena. Gli studi di musica classica, l'amore per la letteratura e la poesia in particolare, l'esperienza ultra-decennale con la scena improvvisativa di Amsterdam (Ab Baars ne è qui storica presenza) si armonizzano in maniera sublime nell'ora abbondante di Out for Stars.

Certo, potremmo definirla musica da camera contemporanea con echi folk e dosi più o meno massicce di improvvisazione ma sarebbe assai riduttivo per la quantità di rimandi, di suggestioni, di immagini, per la profondità densa di significati dei movimenti orchestrali e nello stesso tempo per la leggerezza che li accompagna, per la grazia che la pervade. Basta l'iniziale «Danas, Jucer, Sutra (on the poem ' A Passing Glimpse')» con il suo incedere lento, quasi austero, con le voci di Laura Polence e Bjork Nielsdottir, ammalianti sirene dal richiamo irresistibile che conducono verso le asperità centellinate del sax da Ada Rave, a far mollare gli ormeggi e abbandonarsi a un mondo fantastico.

In «Acquainted with the Night», il brano più vicino ad un estetica jazz tra i sette presenti nel disco, brilla lo stile pianistico sofisticato, essenziale, libero e personale di Draksler. «The Last Mowing» ha la cadenza di una folk ballad dentro la quale i fiati di Rave e Baars si divertono a scorrazzare, scapestrati e irriverenti quanto basta. «Away!» è intrisa di dolcezza e malinconia, una melodia sghemba, una sorta di preghiera laica che il recitativo dello stesso Frost in chiusura rende ancor più epica, indimenticabile. Kaja Draksler muove l'ensemble con consumata maestria e maturità, le orchestrazioni sono spettacolari pur nel loro non rado minimalismo, l'attenzione ai dettagli emerge in maniera del tutto naturale ma è soprattutto la sua visione di musica totale, complessa, stratificata e accessibile ad un tempo, a colpire profondamente.

Album della settimana.

Track Listing

Danas, Jucer, Sutra (on the poem "A Passing Glimpse"); Acquainted with the Night; The Last Mowing; Never Again Will Bird's Song Be the Same; The Silken Tent; Away!; The Freedom of the Moon.

Personnel

Kaja Draksler: piano; Ada Rave: saxophone, tenor; Ab Baars: clarinet; George Dumitriu: violin; Laura Polence: voice / vocals; Björk Níelsdóttir : voice / vocals; Lennart Heyndels: bass; Onno Govaert: drums.

Kaja Draksler: kalimba, bells; Ada Rave: clarinet, harmonica; Ab Baars: tenor saxophone, harmonica, voice; George Dumitriu: viola, harmonica; Lennart Heyndels: voice; Onno Govaert: percussions, harmonica.

Album information

Title: Out for Stars | Year Released: 2020 | Record Label: Clean Feed Records

Watch

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and through our retail affiliations you'll support us in the process.

MUSICSTACK
Rare vinyl LPs and CDs from over 1,000 independent sellers
AMAZON
CDs, Vinyl, Blu-Ray DVDS, Prime membership, Alexa, SONOS and more
HD TRACKS
Specializing in high resolution and CD-quality downloads
CD UNIVERSE
Specializing in music, movies and video games
REVERB
Marketplace for new, used, and vintage instruments and gear

More

Read First EP
First EP
True East
Read Danzón Cubano
Danzón Cubano
Marialy Pacheco
Read Occupational Hazard
Occupational Hazard
Jacek Kochan & musiConspiracy
Read Kayleidoscope
Kayleidoscope
Kayle Brecher