Home » Articoli » Deborah Latz: Lifeline

Album Review

Deborah Latz: Lifeline

By

Sign in to view read count
Deborah Latz: Lifeline
Chissà se qualcuno noterà che questo è un jazz al femminile non solo perchè ci troviamo di fronte ad una cantante, Deborah Latz, accompagnata da una ritmica in cui suonano una pianista (Daniela Schächter) ed una batterista (Elisabeth Keledjan), ma perché le esecuzioni hanno una raffinatezza, un modo di esprimere il messaggio dei versi che si distingue da quello di tante formazioni simili.

In scaletta una raccolta di classici e se c´è qualcuno che cerca fantasia tra i brani proposti si troverà subito fuori posto. Canzoni americane (e tre francesi) che praticamente conoscono tutti. Ma la classe con cui la pianista di origine messinese Daniela Schächter accompagna, così delicata, raffinata, capace di creare tensione all´interno dell´esecuzione senza apparire aggressiva all´esterno, messa al servizio della leader, fa sì che questa incisione abbia una sua personalità.

Qua e là appare il sassofono di Joel Frahm, perfettamente integrato nel contesto, anche lui al servizio di un progetto che sottolinea le sue dotí più sentimentali, più estroverse. Lei, la leader, realizza con la formazione scelta la sua visione artistica, in un modo o nell´altro trasmessa alla ritmica. Se gli ingredienti dell´incisione di ballads e del resto sono gli stessi di tanti altri, è almeno originale il modo in cui li si mette insieme. E questo fa del disco qualcosa di molto gradevole senza scivolare nella musica da sottofondo.

I momenti notevoli sono tanti, e lasciamo agli ascoltatori il compito di scoprirli. Noteranno che non sarà difficile, dopo tutto un disco così coerente dall´inizio alla fine non è che spunti tutti i giorni.

Track Listing

01. Les feuilles mortes (Prevert/Kosma) - 6:09; 02. I Get Along with You Very Well (Hoagy Carmichael) - 3:57; 03. Witchcraft (Leigh/Coleman) - 4:28; 04. Tea for Two/Day In - Day Out (Youmans Mercer/Bloom) - 2:45; 05. Make Someone Happy (Comden/Green/Styne) - 5:19; 06. Jump In (Deborah Latz) - 3:39; 07. Waltz for Debby (Lees/Evans) - 3:26; 08. My Favorite Things (Hammerstein/Rodgers) - 7:01; 09. Que reste-t-il des nos amours (Trenet/Chaullum) - 4:44; 10. Don´t Explain (Herzog/Holiday) - 5:54; 11. The Sweetest Sounds (Richard Rogers) - 4:23; 12. I Didn´t Know What Time It Was (Hart/Rodgers) - 4:02; 13. How Dep Is the Ocean (Irving Berlin) - 2:53; 14. La vie en Rose (David/Louiguy) - 2:47.

Personnel

Deborah Latz (voce); Daniela Schächter (piano); Bob Bowen (contrabbasso); Elisabeth Keledjan (batteria); Joel Frahm (sax tenore).

Album information

Title: Lifeline | Year Released: 2009 | Record Label: June Moon Productions

Post a comment about this album

Tags

More

Involutions
Springbok
Off-Kilter
John Yao
Phase to Phase
Lucio Capece, Katie Porter

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.