Home » Articoli » Cycle: Jin-Brebl-Concert

1
Album Review

Cycle: Jin-Brebl-Concert

By

Sign in to view read count
Cycle: Jin-Brebl-Concert
Parafrasando, titolo e copertina, un celeberrimo doppio album del '71 del quartetto Circle di Anthony Braxton, Chick Corea, Dave Holland e Barry Altschul, il quintetto protagonista di questo lavoro batte in realtà strade abbastanza autonome, incasellando in sei brani originali (di cui due impro collettive) Vignette di Gary Peacock e, icona evidentemente inevitabile, quel Nefertiti che apriva il monumentale album di mezzo secolo fa (in questo caso l'incisione risale al 30 settembre 2020).

Le analogie fra i due lavori del resto non si limitano a questo particolare, anche se come abbiamo appena detto il contesto è troppo diverso per poter fare dei paragoni, né in fondo crediamo che il gruppo olandese intendesse spingere chi ascolta in questa direzione, al di là del divertissement insito nel calco di cui si diceva all'inizio. Il tratto comune fra i due lavori è l'aria di libertà, di apertura, che si respira in entrambi, anche se Circle, al di là delle straordinarie individualità che lo animavano, si spingeva ben più avanti, proprio lessicalmente, non ancora immerso in quel post (un sacco di cose) che si sarebbe via via affermato e che oggi giustifica totalmente un album come questo. Che è godibilissimo, pieno, ben suonato, sufficientemente articolato e avvincente, con tutti che fanno per intero il loro dovere, con una citazione particolare di merito per il sassofonista (alto, soprano e sopranino, a quanto ci è dato sentire) Bo van de Graaf, il bandoneonista Michel Mulder e Andre Groen allorché si produce al vibrafono, tessendo, tutti e tre insieme, l'intreccio timbrico che connota maggiormente il quintetto (esemplare in tal senso proprio il citato Vignette di Peacock).

Album molto gratificante.

Track Listing

Love at First Sight; Bocycle; Basgewijs; This Happened; Duet for Two; Vignette; Nefertiti; Just Another 4:33.

Personnel

Cycle: band/orchestra; Bo van de Graaf: saxophone; Michel Mulder: bandoneon; Christoph Mac-Carty: piano; Dion Nijland: bass; Andre Groen: drums.

Additional Instrumentation

Michel Mulder: keyboard; Christoph Mac-Carty: keyboard, vocal; Andre Groen: vibraphone.

Album information

Title: Jin-Brebl-Concert | Year Released: 2021 | Record Label: iCompany


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

New Oxford Brevity
Dominic Lash / Pat Thomas
Dedicated To You
Joe Coughlin
Times Like These
Nica Carrington
Blue Note Re:imagined II
Various Artists

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.