All About Jazz

Home » Articoli » General Articles

0

I 10 CD nel CD player di... Nicola Guazzaloca

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
01. Massimo De Mattia -Quartet Hypermodern (Rudi Records -2014).
Un lavoro in cui le individualità emergono nitide ed autorevoli, ogni elemento è inserito nel processo con salda intenzione e responsabilità, con sottesa energia lungo un percorso timbricamente vario e stratificato, a snodarsi fra le geometrie evocate dal flauto di De Mattia nel pulsare di elementi primordiali e vivide visioni.

02. Gianni Mimmo, Alison Blunt -Lasting Ephemerals (Amirani Records -2014).
Gianni Mimmo in instancabile movimento con la sua Amirani Records, da anni arricchisce il panorama discografico con materiali di importante qualità e contenuto. Qui si incontra (su vinile) con il violino di Alison Blunt in un duo le cui voci sembrano riconoscersi nelle rispettive disvelazioni, ma mai cessano di cercarsi in prospettive differenti.

03. Double Headed Pug -New Dog (TriTone -2014).
Musica spigolosa e coerente, energia e ironia in equilibrio per un lavoro tutto a firma di Christian Ferlaino, sassofonista originale e preparatissimo la cui vena compositiva da qualche tempo trova spazio ad Amsterdam, dove conduce un personale percorso di ricerca collaborando nel contempo con diversi musicisti della storica scena olandese.

04. Marcello Magliocchi -Music for Sounding Sculptures in Twenthy-three Movements (Ultramarine -2011).
Esploratore, improvvisatore e inventore di suoni, sulla scena dagli anni '70 con musicisti del calibro di Peter Kowald, Mal Waldron, John Tchicai, Evan Parker, Joëlle Léandre, William Parker, Magliocchi è un musicista attento e partecipe all'evoluzione del linguaggio, promotore di incontri che costituiscono vera linfa vitale per questa musica.

05. Casino di Terra -Ori (Le Arti Malandrine -2015).
Edoardo Marraffa da tempo attraversa la scena internazionale affermando un suono e una tecnica di rara potenza, completezza e originalità, che governa anche nelle prove più estreme. Qui sono in luce certi aspetti della sua vena compositiva: melodie cantabili mai banali, ritmi composti ed improvvisazioni al fulmicotone sostenute da una ritmica solidissima.

06. Nagel -Seven Songs for a Disaster (Trovarobato/parade -2014).
In questa ideale prosecuzione del percorso avviato con il quartetto EL, Francesco Guerri e Alberto Fiori condividono un'idea di suono la cui sensibilità è viva è palpabile attraverso le maglie -mai troppo strette-dell'elettronica. Nagel abbraccia un territorio multiforme, in cui il rock e la musica contemporanea si intrecciano con l'elaborazione analogica e digitale.

07. Kongrosian -The Exit Door Leads In (Aut Records -2012).
Ampi spazi improvvisativi coniugati a strutture tematiche articolate ma estremamente efficaci, sostenute da un trio di grande capacità comunicativa che è solito coinvolgere altri musicisti, come avviene anche in questo disco. Davide Lorenzon conduce da diversi anni la label italo-berlinese Aut Records, ponte ideale tra due scene creative.

08. Patrizia Oliva, Stefano Giust -Camusi (Setola di Maiale -2007).
Stefano Giust da oltre 20 anni cura l'indipendent label Setola di Maiale, il cui catalogo costituisce un vademecum della sperimentazione italiana, con generosi excursus nella scena internazionale: diario di bordo di un viaggio in pieno corso. Come quello mai esausto del duo Camusi, segnato di tratti sciamanici dalla vocalità cangiante di Patrizia Oliva.

09. Squarcicatrici -Zen Crust (Wallace Records -2014).
Gruppo di difficile catalogazione animato da alcuni dei più vivaci musicisti dell'hinterland fiorentino, presenza stabile nei territori dell'underground, si alimenta di ogni contaminazione necessaria alla sua poliedrica identità. Tra le collaborazioni si segnala quella con Thollem McDonas, sfociata poi nella costituzione del quartetto Tzigoti.

10. Edoardo Ricci, Eugenio Sanna -Lo scorfano miracolato (Burp Enterprise -1997).
Il duo formato da Edoardo Ricci ed Eugenio Sanna è una delle formazioni storiche nel panorama internazionale, che ha caratterizzato lo sviluppo della musica sperimentale in Italia. Radicale e viscerale, la forza propulsiva dell'improvvisazione viene sperimentata attraverso modalità insolite, sovente generate da una fisicità posta al centro del processo.

Foto
Franz Soprani.
About Nicola Guazzaloca
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related