Home » Articoli » Sarah Manning: Harmonious Creature

1
Album Review

Sarah Manning: Harmonious Creature

By

Sign in to view read count
Sarah Manning: Harmonious Creature
La giovane sassofonista del New Hampshire, estremo nord-est statunitense, ha certo più di una freccia al suo arco. Ce lo dice con chiarezza questo suo ultimo lavoro, inciso all'inizio del 2013 alla testa del proprio quintetto, entro cui un ruolo quasi altrettanto rilevante della leader gioca il violista Etvind Kang, specificatamente per l'impasto (per certi versi il contrasto) timbrico —e conseguentemente dinamico—che il suo strumento sa generare col sax alto, appunto, di Sarah Manning, acidulo, asprigno, spesso turgido, con più di una similitudine —ovviamente non solo strumentale—con uno dei numi tutelari del jazz contemporaneo, Tim Berne.

Fin dal brano d'avvio si avverte un sound di gruppo assai particolare, solido, conchiuso, in cui un ruolo non secondario spetta anche alla chitarra, nel suo condividere con la viola, in questo caso, certe venature country che attraversano la musica, un jazz che di primo acchito ci si presenta quasi assorto, certo concentrato, di tratto qua e là persino vagamente cameristico, ma nel contempo pieno e pastoso.

Nel più ritmico "Tune of Cats" quest'ultimo inizia a delinearsi nitidamente come il tratto centrale del lavoro, anche nel segno di una certa energeticità, che si accentua in "Floating Bridge." Più pacato, per contro, si avverte da subito "I Dream a Highway," sorta di ballad "cantata" dal sax alto sul libero—quanto discreto—supporto degli altri strumenti.

Più corale e strutturato, il successivo "Grey Dawn, Red Fox" acquista via via nuovi spessori, fra rilasci e riprese, mentre un altro episodio degno di nota è il più concettuale "Three Chords for Jessica," pur con qualche lieve rigidità. Colpisce poi ancora una volta la sonorità d'insieme, qui particolarmente netta, squillante, in "Don't Answer to the Question," tra i momenti più originali del CD, così come il successivo "On the Beach," spinto soprattutto nel segno dell'alto della leader, a tratti lancinante, lacerato. Chiude un più diretto blues con tratti balladistici che si attenuano strada facendo.

Disco, alla fin fine, convincente e assolutamente promettente.

Track Listing

Copland on Cornelia Street; Tune of Cats; Floating Bridge; I Dream a Highway; Grey Dawn, Red Fox; Radish Spirit; Three Chords for Jessica; Don’t Answer to the Question; On the Beach; What the Blues Left Behing.

Personnel

Sarah Manning: sax alto; Eyvind Kang: viola; Jonathan Goldberger: chitarra; Rene Hart: contrabbasso; Jerome Hennings: batteria.

Album information

Title: Harmonious Creature | Year Released: 2014 | Record Label: Posi-Tone Records


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

Overtones
Doug MacDonald
Acoustic Burnside
Duwayne Burnside
Tone Paintings
Craig Davis

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.