Home » Articoli » Asuka Kakitani Jazz Orchestra: Bloom

Album Review

Asuka Kakitani Jazz Orchestra: Bloom

By

Sign in to view read count
Asuka Kakitani Jazz Orchestra: Bloom
Qualcuno sta disperatamente cercando di tenere in vita la tradizione delle orchestre jazzistiche, malgrado la crisi dei mondi, le lamentele dei 'bottom line managers' che sono solo capaci di dire che i conti non tornano. Bella forza, loro guardano solo alla riga finale del bilancio e non hanno la più pallida idea di cosa ci sia sopra. Se sopra c'è una musicista coi fiocchi come Asuka Kakitani allora bisognerà trovare il coraggio di dirglielo a questi bizzarri signori. Che cosa? Semplicemente che non si può guardare solo all'ultima riga. E magari bisognerà dirglielo in musica come fa in questo bellissimo Bloom la musicista giapponese nata ad Osaka e cresciuta artisticamente negli Stati Uniti, sulla East Coast.

Per questo album di esordio Asuka sceglie un 'role model' ben preciso e ben chiaro: Maria Schneider. Ma poi sa rendere flessibili i suoi arrangiamenti, come canne al vento e sa piegare le esigenze delle composizioni alle necessità del fluire della sua musica. Un fluire rigoglioso, elegante, organico. Un fluire che racchiude una visione ampia e ben a fuoco. Una visione che si nutre della grande tradizione orchestrale della musica americana senza mai perdere di vista la contemporaneità nervosa e brulicante di energia.

I musicisti sono tutti eccellenti e per Asuka Kakitani non è difficile assegnare gli assoli nelle otto composizioni, tutte originali, tutte provenienti dal book della Kakitani. Solo il chitarrista Pete McCann, il pianista Mike Eckroth e curiosamente il batterista Mark Ferber hanno l'onore di un doppio assolo. McCann in particolare è in ottima forma e dimostra ancora una volta di essere un chitarrista poliedrico, con una buona personalità e un'ottima tecnica, sempre miscelata con una energia scintillante e curiosa.

Niente male, come album di esordio.

Track Listing

01. Bloom; 02. Electric Images; 03. Bumblebee Garden; 04. Dance One; 05. Opened Opened; 06. Dragonfly's Glasses; 07. Islands in the Stream; 08. Skip.

Personnel

Asuka Kakitani (composizioni, arrangiamenti, conduzione); John O'Gallagher, Ben Kono, Jason Rigby, Mark Small, Kenny Berger (saxofoni, flauti, clarinetti); Jeff Wilfore, David Spier, John Bailey, Matt Holman (trombe e flicorni); Mark Patterson, Matt McDonald, Jacob Garchik, Jeff Nelson (tromboni); Pete McCann (chitarre); Mike Eckroth (piano acustico ed elettrico); Dave Ambrosio (basso acustico ed elettrico); Mark Ferber (batteria); Sara Serpa (canto).

Album information

Title: Bloom | Year Released: 2013 | Record Label: LRS Media

Post a comment about this album


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Tags

More

Popular

Exude
Francesca Han & Ralph Alessi
Baker's Dozen
The Muffins
Blues & Bach: The Music Of John Lewis
Enrico Pieranunzi Trio & Orchestra
The Border
Douwe Eisenga

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.