Home » Articoli » Album Review » Pandelis Karayorgis: Betwixt

1

Pandelis Karayorgis: Betwixt

By

Sign in to view read count
Pandelis Karayorgis: Betwixt
Il trio formato dal pianista Pandelis Karayorgis, dal bassista Nat McBride e dal batterista Curt Newton aveva già lasciato intravedere nell’album We Will Make a Home For You, registrato dal vivo nel 2005, le grandi potenzialità di questa formula sposata con la scelta di Karayorgis di lasciare da parte il pianoforte acustico (col quale ha costruito una ormai pluridecennale carriera di ottimo pianista di jazz d’avanguardia, proveniente dalla scuola di Paul Bley) a favore di un fumantino Fender Rhodes, strumento elettrico ma analogico, grumoso, guizzante, carico di grandi potenzialità anche da un punto di vista timbrico e ritmico.

In questo eccellente album registrato in studio, Karayorgis utilizza il Fender Rhodes senza alcuna remora, aggiungendo alcuni effetti d’epoca come il Mutron e il Ring Modulator che danno corpo e scatenano ulteriori sorprese. Il risultato è straordinario, la musica sembra essere plasmata in una fucina primordiale dove tutto è ancora in via di definizione e niente viene dato per scontato. Il trio affronta alcuni brani originali e molte cover con grinta, determinazione e fantasia. I quattro brani di Thelonius Monk escono da questo trattamento come trasfigurati, eppure funzionano perfettamente, come se fossero stati scritti proprio avendo in mente questo setting. Lo stesso si può dire delle altre cover, con particolare menzione per quella insolita “Hypochristmutreefuzz” che era stata scritta da un giovanissimo Misha Mengelberg per essere poi registrata da Eric Dolphy in una delle sue ultime uscite dal vivo documentate su disco.

Nat McBride e Curt Newton dimostrano di essere una sezione ritmica pressoché perfetta per assecondare le escursioni scoppiettanti di Pandelis Karayorgis e questo trio dimostra di respirare all’unisono come se ci trovassimo di fronte ad una entità organica ben definita e proteiforme. L’atmosfera è fortemente elettrica, piena di zaffate solforose e bagliori minacciosi: sembra di essere capitati nell’anticamera di Belzebù mentre gli arcangeli fanno le prove per il prossimo rave party. Non fatevi sfuggire l’occasione di partecipare.

Track Listing

Green Chimneys; Saturn; Break Even; Heaven; Betwixt; Hypochristmutreefuzz; Pinocchio; Brake's Sake; Light Blue; Curt's Escape; Off My Back Jack; Humph.

Personnel

Pandelis Karayorgis: Fender Rhodes; Nate McBride: bass; Curt Newton: drums.

Album information

Title: Betwixt | Year Released: 2008 | Record Label: Hat Hut Records


< Previous
Kuro

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Hills & Valleys
Superlocrian
Stick Together
Behn Gillece
Circles
Friends & Neighbors
Unknown Rivers
Luke Stewart Silt Trio

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.