Home » Articoli » Dave Liebman & Richie Beirach: Balladscapes

Album Review

Dave Liebman & Richie Beirach: Balladscapes

By

Sign in to view read count
Dave Liebman & Richie Beirach: Balladscapes
Se c'è un sodalizio artistico che merita di essere definito "storico," è quello tra Dave Liebman e Richie Beirach: il primo incontro tra i due -che sono quasi coetanei, il sopranista avendo solo un anno in più del pianista—avviene infatti quasi cinquant'anni fa, quando i due ancora erano studenti, ed erano assieme nel 1973 per First Visit, il primo lavoro a nome di Liebman. Da allora la collaborazione non si è mai interrotta: assieme nel quartetto Quest, con Billy Hart e Ron McClure, hanno registrato numerosi lavori in duo (l'ultimo, Unspoken, è del 2013) e hanno lavorato assieme in molte formazioni diverse. È quindi sulla loro rodatissima intesa e la loro sensibilità comune che si basa questo CD, atipicamente incentrato -come da titolo -soprattutto su ballad.

A testimonianza dell'apertura e della ellitticità dei due, tuttavia, la prima di queste tredici ballad è nientemeno che un brano di Johan Sebastian Bach, la "Siciliana" dalla Sonata per pianoforte e flauto in Mi Bemolle Maggiore BWV 1031, che Liebman reinterpreta a suo modo al sax soprano. Seguono poi brani notissimi come il successivo "For All We Know" e "Zingaro" di Antonio Carlos Jobim -uno dei momenti più alti del lavoro, per l'originalità e la delicatezza dell'interpretazione -o meno etichettabili come ballad, come nel caso della shorteriana "Sweet Pea" o della medley coltraneana "Welcome / Expression," intervallati da composizioni originali, ancorché non inedite, dei due protagonisti.

La cifra è quella di un classicismo da camera molto ordinato e lineare, arricchito però -oltre che dall'intesa dei musicisti -dalle grandissime capacità interpretative dei due. In particolare, Beirach appare sensibilissimo nel dosare tempi e pause, così da creare atmosfere intime mai melense, mentre Liebman sciorina al soprano la sua proverbiale complessità espressiva che ne fa uno dei massimi interpreti viventi (e non solo), dote che replica anche nelle ridotte occasioni in cui imbraccia il tenore e il flauto (in particolare, proprio in "Zingaro").

Un disco magistralmente eseguito da due Maestri, sintesi del lavoro artistico che conducono da una vita.

Track Listing

Siciliana; For All We Know; This Is New; Quest; Master of the Obvious; Zingaro; Sweet Pea; Kurtland; Moonlight in Vermont; Lazy Afternoon; Welcome / Expression; DL; Day Dream.

Personnel

Dave Liebman: sax (soprano, tenore), flauto; Richie Beirach: pianoforte.

Album information

Title: Balladscapes | Year Released: 2016 | Record Label: Intuition

Post a comment about this album

Tags

More

Contradictio
Xose Miguélez
Just The Contrafacts
Adam Shulman
Elastic Wave
Gard Nilssen Acoustic Unity
Growing Roots
Betty Accorsi Quartet

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.