All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Scott DuBois: Autumn Wind

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Ottimo chitarrista ed eccellente compositore, il quarantenne Scott DuBois è tra i musicisti più interessanti in circolazione e negli ultimi anni ha proposto lavori di tutto rispetto, tra i quali spicca nel 2015 Winter Light, per la ACT, in quartetto con Gebhard Ullmann, Thomas Morgan e Kresten Osgood, cioè la medesima formazione di questo Autumn Wind, uscito nel 2017 per la stessa etichetta tedesca e che ha tuttavia la particolarità di gettare un ponte tra musica classica e jazz.

È lo stesso DuBois ha spiegare nel libretto la genesi del lavoro, a partire da un'idea venutagli in una stazione tedesca di ritorno da un tour e messa in atto prima componendo per il suo quartetto e poi aggiungendo progressivamente elementi dei due quartetti "classici," uno d'archi, l'altro di fiati. Conservando però la centralità dell'autunno come tema dell'esposizione musicale.

Le dodici tracce (la tredicesima e ultima è una variazione per solo quartetto d'archi dell'ottava) vedono il progressivo aggiungersi di strumenti: la prima è un solo di chitarra di DuBois, la seconda un duetto con il contrabbasso di Morgan, nella terza si aggiunge il clarone di Ulmann e così via. La ricchezza strumentale permette un'equivalente varietà timbrica, che fa costantemente centro su due perni —la chitarra del leader, quasi sempre protagonista, e il contrabbasso di Morgan, pilastro delle strutture —ma che si appoggia di volta in volta sulle sonorità ora degli archi, ora dei fiati, oppure sulle invenzioni timbriche e di fraseggio dell'ottimo Ulmann. Fino a culminare, nella conclusiva "Autumn Aurora Borealis," in un ambizioso lavoro collettivo nel quale i diversi interpreti cooperano nella creazione di un suggestivo affresco in equilibrio tra la complessità sinfonica e quella del free jazz.

Anche i colori brumosi, in tono con il tema autunnale, sono di quando in quando squarciati da voci lancinanti o sussulti collettivi, mentre le tessiture sempre originali e le sonorità sempre nitide superano anche qualche lieve macchinosità, frutto probabilmente della produzione "per addizione," e fanno di Autumn Wind l'ennesimo album di prima qualità dell'artista statunitense, opera complessa e affascinante e tra le migliori ascoltate finora quest'anno, della quale consigliamo caldamente l'ascolto. CD della settimana

Track Listing: Mid-September Changing Lights; Late September Dusk Walk; Early October Insect Songs; Mid-October Migration; Late October Changing Leaves; Early November Bird Formations; Autumn Wind; Mid-November Moonlit Forest; Late November Farm Fields; Early December Blue Sky And Chimney Smoke; Mid-December Night Sky; Autumn Aurora Borealis; Mid-November Moonlit Forest String Quartet Reprise.

Personnel: Scott DuBois: guitar; Gebhard Ullman: tenor saxophone, bass clarinet; Thomas Morgan: bass; Kresten Osgood: drums; Eva Leon: violin I; Conway Kuo: violin II; William Frampton: viola; Sarah Rommel: cello; Erin Lesser: flute; BJ Karpen: oboe; Elisabeth Stimpert: clarinet; Michael Harley: bassoon.

Title: Autumn Wind | Year Released: 2017 | Record Label: ACT Music

About Scott DuBois
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read A View From Within
A View From Within
By Dan Bilawsky
Read Fish & Steel
Fish & Steel
By Karl Ackermann
Read Ten
Ten
By David A. Orthmann