All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Scott DuBois: Autumn Wind

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Ottimo chitarrista ed eccellente compositore, il quarantenne Scott DuBois è tra i musicisti più interessanti in circolazione e negli ultimi anni ha proposto lavori di tutto rispetto, tra i quali spicca nel 2015 Winter Light, per la ACT, in quartetto con Gebhard Ullmann, Thomas Morgan e Kresten Osgood, cioè la medesima formazione di questo Autumn Wind, uscito nel 2017 per la stessa etichetta tedesca e che ha tuttavia la particolarità di gettare un ponte tra musica classica e jazz.

È lo stesso DuBois ha spiegare nel libretto la genesi del lavoro, a partire da un'idea venutagli in una stazione tedesca di ritorno da un tour e messa in atto prima componendo per il suo quartetto e poi aggiungendo progressivamente elementi dei due quartetti "classici," uno d'archi, l'altro di fiati. Conservando però la centralità dell'autunno come tema dell'esposizione musicale.

Le dodici tracce (la tredicesima e ultima è una variazione per solo quartetto d'archi dell'ottava) vedono il progressivo aggiungersi di strumenti: la prima è un solo di chitarra di DuBois, la seconda un duetto con il contrabbasso di Morgan, nella terza si aggiunge il clarone di Ulmann e così via. La ricchezza strumentale permette un'equivalente varietà timbrica, che fa costantemente centro su due perni —la chitarra del leader, quasi sempre protagonista, e il contrabbasso di Morgan, pilastro delle strutture —ma che si appoggia di volta in volta sulle sonorità ora degli archi, ora dei fiati, oppure sulle invenzioni timbriche e di fraseggio dell'ottimo Ulmann. Fino a culminare, nella conclusiva "Autumn Aurora Borealis," in un ambizioso lavoro collettivo nel quale i diversi interpreti cooperano nella creazione di un suggestivo affresco in equilibrio tra la complessità sinfonica e quella del free jazz.

Anche i colori brumosi, in tono con il tema autunnale, sono di quando in quando squarciati da voci lancinanti o sussulti collettivi, mentre le tessiture sempre originali e le sonorità sempre nitide superano anche qualche lieve macchinosità, frutto probabilmente della produzione "per addizione," e fanno di Autumn Wind l'ennesimo album di prima qualità dell'artista statunitense, opera complessa e affascinante e tra le migliori ascoltate finora quest'anno, della quale consigliamo caldamente l'ascolto. CD della settimana

Track Listing: Mid-September Changing Lights; Late September Dusk Walk; Early October Insect Songs; Mid-October Migration; Late October Changing Leaves; Early November Bird Formations; Autumn Wind; Mid-November Moonlit Forest; Late November Farm Fields; Early December Blue Sky And Chimney Smoke; Mid-December Night Sky; Autumn Aurora Borealis; Mid-November Moonlit Forest String Quartet Reprise.

Personnel: Scott DuBois: guitar; Gebhard Ullman: tenor saxophone, bass clarinet; Thomas Morgan: bass; Kresten Osgood: drums; Eva Leon: violin I; Conway Kuo: violin II; William Frampton: viola; Sarah Rommel: cello; Erin Lesser: flute; BJ Karpen: oboe; Elisabeth Stimpert: clarinet; Michael Harley: bassoon.

Title: Autumn Wind | Year Released: 2017 | Record Label: ACT Music

About Scott DuBois
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read A Throw Of Dice
A Throw Of Dice
By Dan McClenaghan
Read Roma
Roma
By Mike Jurkovic
Read e-motion
e-motion
By Nicholas F. Mondello
Read The Real Blue
The Real Blue
By Jack Bowers
Read City Abstract
City Abstract
By Dan Bilawsky
Read Spectrum
Spectrum
By Mike Jurkovic
Read Munich 2016
Munich 2016
By Karl Ackermann
Read Sounds of 3 Edition 2
Sounds of 3 Edition 2
By Geno Thackara