All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

The Bad Plus: Activate Infinity

Emmanuel Di Tommaso By

Sign in to view read count
The Bad Plus: Activate Infinity
Quando alla fine del 2017 Ethan Iverson lasciò i Bad Plus si parlò di fine di un'era per uno dei piano jazz trio più originali e longevi della musica contemporanea. Sempre aperti a nuove sperimentazioni e a sconfinamenti che li hanno portati a contaminare il loro post-bop jazz di partenza già di per sé istrionico con la freschezza e il melodismo della pop music e del rock strumentale, con l'abbandono di Iverson sembrava veramente che qualcosa potesse minare la coesione e i delicati equilibri sonori raggiunti dal Trio. Anche quando, nel corso del 2018, Orrin Evans si unì a Reid Anderson e Dave King, in pochi avrebbero scommesso sulla capacità della nuova formazione di dare vita a due album di assoluto valore come Never Stop II e Activate Infinity senza snaturare quell'identità fluida e trasgressiva che i Bad Plus avevano guadagnato nei precedenti trent'anni di attività musicale.

Laddove la raffinatezza di Never Stop II poteva risultare cerebrale e a tratti eccessivamente costruita, così come un po' troppo ragionato era l'interplay fra i musicisti, in Activate Infinity tutto scorre più istintivo e spontaneo, con Anderson e King che dimostrano di aver perfezionato l'intesa con Evans e raggiunto un equilibrio in cui piano e contrabbasso conversano di riflesso, spesso sovrapponendosi nel dispiegare le medesime armonie, movimentate poi dalle percussioni di King, che si fa carico di un lavoro invisibile, di sfregamenti, di vibrazioni, di spazzole e di piatti.

Lo sviluppo di linee melodiche e ritmiche travolgenti è sempre stata la raison d'être della musica dei Bad Plus, ma ciò che colpisce di più in questo album, e che segna una differenza rispetto all'era più sperimentale di Iverson, è la luminosità trasudata da ogni componimento: refrain melodici sublimi sono in alcuni frangenti stravolti verso direzioni impreviste, attraverso scosse rapide e dolci rallentamenti che generano empatia, in altri casi ripiegati su sé stessi, con un effetto di ripetizione spoliante che riduce i brani al puro silenzio. Insieme alle nuove canzoni, i Bad Plus recuperano alcuni classici del loro repertorio come "Thrift Store Jewelry" e "Love Is the Answer," come per ricordarci che la Storia non è finita e loro sono sempre quelli capaci di reimmaginare (che è diverso da "coverizzare") in chiave jazz all'interno di uno stesso disco i Nirvana, Blondie ed Aphex Twin.

Activate Infinity non sarà ricordato come il miglior disco dei Bad Plus, ma ogni brano trasmette quel senso incontenibile di gioia e di armonia che può derivare solo da una traduzione fedele delle emozioni in musica. L'infinito attivato dai Bad Plus rappresenta la possibilità di un'isola nel caos in cui versa il mondo attuale.

Track Listing

Avail; Slow Reactors; Thrift Store Jewelry; The Red Door; Looking In Your Eyes; Dovetail Nicely; Undersea Reflection; Love is the Answer.

Personnel

Reid Anderson: bass; Orrin Evans: piano; Dave King: drums.

Album information

Title: Activate Infinity | Year Released: 2019 | Record Label: Edition Records

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Read ALQE
ALQE
Antti Lotjonen Quintet East
Read Apura!
Apura!
Karl Evangelista
Read McModal
McModal
Markos Chaidemenos

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.