Home » Articoli » Album Review » Luca Boscagin: 4Steps

Luca Boscagin: 4Steps

By

Sign in to view read count
Luca Boscagin: 4Steps
Luca Boscagin è un giovane chitarrista veneto, allevo di Simone Guiducci, che si propone con un album ben suonato, pieno di una verve solare che però non si fa mancare zone di chiaroscuro che propongono una maggiore profondità e suggeriscono una dimensione variegata che va decisamente apprezzata.

Al suo fianco troviamo il trombettista statunitense Kyle Gregory e la sezione ritmica composta dal bassista Giulio Corini e dal batterista Paolo Mappa. Il gruppo dimostra di essere bene affiatato anche se a volte si ha la sensazione che le cose seguano un percorso rituale che si lascia alle spalle la possibilità di guardarsi attorno con la curiosità di scoprire l'inesplorato.

Sei brani sono firmati da Boscagin, uno arriva invece dal book del trombettista e per concludere lo standard "Poinciana" dà modo al gruppo di esplorare lo scenario latino con un bell'arrangiamento che non lascia nulla al caso. La conclusiva "Cynthia" è presa in duo da Boscagin e Gregory impegnati in un canto filigranato che chiude con una delicata nota romantica questo buon lavoro.

Track Listing

01. Avenida; 02. Back in Camden; 03. To Be Honest; 04. Greenpoint; 05. Kimberly; 06. Four Steps; 07. Poinciana; 08. Cynthia.

Personnel

Luca Boscagin (chitarra); Kyle Gregory (tromba); Giulio Corini (contrabbasso); Paolo Mappa (batteria).

Album information

Title: 4Steps | Year Released: 2009 | Record Label: ArtFlo


Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Journey to Where
Trish Clowes & Ross Stanley
Torque
Tourismo
Influences
Jared Hall

Popular

For Real!
Hampton Hawes
My Prophet
Oded Tzur
Nimble Digits
Geoff Stradling
Time Again
Koppel, Blade, Koppel

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.