All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Ivo Perelman: Villa Lobos Suite

BY

Sign in to view read count
Ivo Perelman: Villa Lobos Suite
L'arte del depistaggio, secondo un sax e due viole. Si potrebbe definire così questo avventuroso CD, che già nel titolo tende a spiazzare l'ascoltatore.

Questa inusuale disposizione timbrica dà luogo ad un percorso destrutturante, che peraltro non prevede titoli per le composizioni proposte. In primo piano l'improvvisazione atematica con libere cellule melodiche, che dell'opera di Villa Lobos rilasciano nulla o quasi. All'insegna della mimesi timbrica, Perelman gioca ad avvicinare la pratica del suo strumento a quello dei compagni di viaggio, per far volare su tutti i registri il suo sax, che talora agisce come un violoncello o un violino.

L'empatia si sostanzia in un comune fraseggio angoloso ed irregolare, digradante verso le soluzioni più impervie. È un modo intelligente di far coesistere tradizione e innovazione, per innestare sul respiro timbrico eurocolto l'humus dell'avanguardia jazzistica.

Questo CD è pertanto il frutto sapido di una coerenza espressiva che non lascia alcun spazio ai cliché dominanti.

Track Listing

01; 02; 03; 04; 05; 06; 07; 08; 09; 10.

Personnel

Ivo Perelman: sax tenore; Mat Maneri: viola; Tanya Kalmanovitch: viola.

Album information

Title: Villa Lobos Suite | Year Released: 2016 | Record Label: Leo Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Jump
Julieta Eugenio
Two For The Road
Tara Minton & Ed Babar
The Color of Angels
Doug Scarborough
Inimitable
Michael Bisio
The 7th Hand
Immanuel Wilkins
Break A Vase
Alexander Hawkins / Mirror Canon
Karthago
Ilaria Capalbo

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.