All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

15

Baldo Martinez Grupo: Vientos cruzados

Alberto Bazzurro By

Sign in to view read count
Baldo Martinez, cinquantasette anni, galiziano, è da tempo uno dei più interessanti bassisti-leader attivi nel vecchio continente: dirige sempre gruppi con una precisa identità, portandoli spesso e volentieri in sala d'incisione. Questo suo ultimo lavoro, registrato a Madrid nel maggio 2016, non fa che confermare tale assunto.

L'ha realizzato un quartetto senza pianoforte, come non di rado amano fare i bassisti (da Henri Texier a Dave Holland, tanto per restare in tema) nel momento in cui sono loro a condurre le danze, che si fa portatore di un jazz di sostanza ma screziato, articolato, mai troppo ossequioso nei confronti di una tradizione che peraltro si guarda bene dallo sconfessare. Un jazz squisitamente corale, certamente d'autore (tutti i temi si devono alla penna di Martinez), al quale diremmo che l'abbinamento tromba/flauto (più che sax tenore) fornisce la cifra più precipua e riconoscibile.

Tutto ciò si avverte con chiarezza a partire dal secondo brano, "Ruta," elegante e piuttosto originale, mentre nel seguito si segnalano in primo luogo "Sombra," aperto da un magistrale archettato di contrabbasso (e qui Saiz è al tenore), "Como el mar," con tromba e flauto sugli scudi, e "Ao redor do mundo," ancora col bellissimo suono, evocativo, del contrabbasso di Martinez a farci da anfitrione, e poi uno sviluppo collettivo quieto e partecipe, con un ottimo solo centrale ancora di Saiz al flauto.

In definitiva, ci troviamo di fronte a un disco che rappresenta un po' la classica quadratura del cerchio: sufficientemente originale, concettuale, per soddisfare i palati più esigenti, sufficientemente rispettoso del grande ceppo jazzistico per incontrare il gradimento anche di chi ha magari gusti meno avanzati.

Track Listing: Abismo; Ruta; Vientos cruzados; Sombra; Como el mar; Ao redor do mundo; El amante del riesgo.

Personnel: David Herrington: tromba, flicorno soprano; Juan Saiz: flauto, sax tenore; Baldo Martinez: contrabbasso; Pedro Lopez: batteria.

Title: Vientos cruzados | Year Released: 2017 | Record Label: Karonte

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read Hastings Jazz Collective/Shadow Dances Album Reviews
Hastings Jazz Collective/Shadow Dances
By Dan McClenaghan
May 21, 2019
Read Crowded Heart Album Reviews
Crowded Heart
By Nicholas F. Mondello
May 21, 2019
Read That's a Computer Album Reviews
That's a Computer
By Jerome Wilson
May 21, 2019
Read All I Do Is Bleed Album Reviews
All I Do Is Bleed
By Paul Naser
May 21, 2019
Read LE10 18-05 Album Reviews
LE10 18-05
By Karl Ackermann
May 20, 2019
Read Remembering Miles Album Reviews
Remembering Miles
By Dan McClenaghan
May 20, 2019
Read Merry Peers Album Reviews
Merry Peers
By Bruce Lindsay
May 20, 2019