Home » Articoli » Luisiana Lorusso: Upwards

Album Review

Luisiana Lorusso: Upwards

By

Sign in to view read count
Luisiana Lorusso: Upwards
Ancora Puglia, ancora un talento che una terra fertile anche dal punto di vista jazzistico ci presenta con Upwards, album nel quale Luisiana Lorusso si circonda di un manipolo di valenti jazzisti e di un quartetto d'archi. Ossia gli amori artistici della sua vita, la musica classica, il jazz, la pittura (Upwards è il titolo di un quadro di Kandinsky, e la copertina ne mutua lo spirito), l'elettronica, senza dimenticare la voce.

Pur mettendo in mostra un canto che merita attenzione - splendido il duetto finale in "'Round Midnight," un soffio delicato, sospinto dal piano di Signorile, che sembra non voler disturbare il riposo del grande Monk - è la Lorusso violinista (Wiener Philarmoniker, Orchestra Filarmonica della Scala etc.,) e, soprattutto, alchimista che ci intriga maggiormente. Il suo violino è la luce che illumina i colori, che crea le prospettive visive, che fornisce le chiavi di lettura. Ma è la sua capacità di far interagire strumenti, sensibilità, generi, strutture e codici linguistici differenti che funziona e stupisce.

Piacciono i fruscii, le voci in sottofondo, i bip incombenti, il pizzicar e lo strusciar di corde che evocano l'indefinito, il suono primordiale che potrà/dovrà trovare le sue armonie. Ed è l'inizio. Piace l'elettronica calda, palpitante di "Lux". Piacciono le diverse tonalità di "Violet," la naturalezza con la quale un austero quartetto d'archi dalle compassate evoluzioni scivola naturalmente in una improvvisazione per piano trio per poi riprendersi, altrettanto naturalmente, il brano per un finale sontuoso e delicato allo stesso tempo. Piace da impazzire l'"Acid Color" fatto di schizzi, stravaganze timbriche, furiosi abbandoni strumentali, dolcezze rinascimentali, di caos cosmico che magicamente si ricompone. Piacciono il coraggio e, a volte, la sfrontatezza di questa artista in un debutto davvero confortante.

Track Listing

01. Intro (Jacoviello); 02. Lux (Lorusso); 03. Orange (Fumaroli/Lorusso); 04. Brown: pane,olio e motosega (Partipilo); 05. Violet: diverse tonalità di viola (Enrico Melozzi); 06. Red: ballad of the Urgent Love (Balducci); 07. Green (Partipilo); 08. Flash (Partipilo); 09. Yellow: Sabba (Balducci); 10. Yellow Reprise; 11. Grey (Partipilo/Lorusso); 12. Acid Color (Lorusso/De Angelis); 13. Blue: Ark Movie (Signorile/Lorusso); 14. 'Round Midnight (Monk/Hanighen).

Personnel

Luisiana Lorusso (violino, voce, computer); Mirko Signorile (piano); Gaetano Partipilo (sax alto); Vincenzo Bardaro (batteria); Giorgio Vendola (basso); Luca Vincenzo Lorusso (e-vibes); Claudio Filippini (electronics); Stefano Jacoviello (piano, editing); Ilaria Cusano (violino); Nico Ciricugno (viola); Jacopo Di Tonno (violoncello); Pierluigi Balducci (basso elettrico); Cesare Pastanella (percussioni); Stefano De Angelis (computer).

Album information

Title: Upwards | Year Released: 2010 | Record Label: Kapustnik Records

Post a comment about this album

Tags

More

String Quartets Nos. 1-12
Wadada Leo Smith
Tiny Big Band!
Nikos Chatzitsakos
Sparks
Steve Hirsh

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.