All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Manuel Magrini: Unexpected

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Manuel Magrini: Unexpected
Giovane pianista umbro classe 1990, diplomato al conservatorio di Perugia, Manuel Magrini può vantare alcuni premi e riconoscimenti, importanti tournée all'estero (Turchia, Messico) e—soprattutto—questo album, registrato nel 2015, nel quale affronta la "prova del solo" con coraggio, leggerezza e fantasia.

Il lavoro si articola in tredici pezzi, la cui scaletta non era decisa al momento della registrazione, e inizia con due ben diversi celebri brani: il primo di Thelonious Monk, il secondo di Fabrizio De André, entrambi comunque non pedisseque cover, bensì originali interpretazioni, nelle quali a momenti si perde perfino di vista l'originale.

Nel prosieguo composizioni originali di Magrini, perlopiù evocative fin dai titoli e su tempi lenti (si ascolti la bella ”A Little Lullaby”); improvvisazioni, ora ritmiche e costellate di citazioni (per esempio quelle da Coltrane in ”Orange Impro”), ora meditative e sognanti (come ”Raimbow Impro”), fino a tornare di nuovo, in conclusione, a misurarsi con i classici, con due cavalli di battaglia di Bill Evans—un Maestro che palesemente il pianista umbro tiene a modello -come ”Gloria's Step” e ”A Child Is Born”.

Sfida condotta dunque a testa alta ma, come accennato, anche con leggerezza, giacché—sebbene non privo di singolarità e tutt'altro che banale—il disco scorre senza intoppi, cadute di stile, eccessi virtuosistici. Ne sono esempio proprio le due tracce d'apertura: l'ardua ”In Walked Bud”, condotta tutt'altro che in spirito iconograficamente monkiano, eppure a suo modo ritmico-percussiva, piena di svolte e di mutamenti timbrici; e la scivolosa ”Dolcenera”, che non perde in lirismo, pur avviandosi con percussioni sorde e timbricamente dissonanti rispetto al prosieguo.

Da questo punto di vista Magrini mostra tanto di avere a disposizione un vocabolario stilematico assai ampio, quanto di saperlo usare con equilibrio, senza la fretta di strafare. Con risultati assai interessanti.

Track Listing

In Walked Bud; Dolcenera; Abbraccio il giorno; Aldilà dei sogni; Impro Donna Lee; Dark Violet Impro; Orange Impro; Acqua Green Impro; Rainbow Impro; A Little Lullaby; Waltzin’; Gloria’s Step; A Child Is Born.

Personnel

Manuel Magrini: piano.

Album information

Title: Unexpected | Year Released: 2018 | Record Label: Encore Jazz

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read An Open Dialogue
An Open Dialogue
Linda Sikhakhane
Read Rah! Rah!
Rah! Rah!
The Claire Daly Band
Read Artlessly Falling
Artlessly Falling
Mary Halvorson's Code Girl
Read Hi-Fly
Hi-Fly
Howard University Jazz Ensemble
Read And Then It Rained
And Then It Rained
The Michael O'Neill Quartet
Read You're It!
You're It!
The Mike Melito / Dino Losito Quartet
Read URBAN(E)
URBAN(E)
Mike Fahie Jazz Orchestra

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.