All About Jazz

Home » Member Page

Neri Pollastri

Filosofo prestato alla musica, studio l'improvvisazione non solo dal punto di vista musicale

About Me

Filosofo, esperto di musica, attore e regista teatrale, ho incontrato il jazz solo dopo i trent'anni, dopo aver frequentato prevalentemente musica classica (non amo per niente il rock). Dopo essermi interessato soprattutto alle sue forme confinanti con la musica popolare, etnica o classica, mi sono sempre più appassionato alla libera improvvisazione, che oggi ritengo il campo più interessante del jazz. Riservo un'attenzione privilegiata per la musica prodotta in Italia, dove cerco di seguire i musicisti emergenti e le nuove tendenze. L'improvvisazione mi affascina non solo per il suo aspetto musicale, ma più in generale come prassi umana. Pian piano mi sono reso conto che nel mio lavoro di consulente filosofico ne faccio un uso assai simile a quello dei musicisti, ed è anche per questo che ho preso a studiarla con attenzione (ho scritto anche alcune piccole cose sul tema). Conservo gelosamente un sax soprano Yanagisawa, che ho studiato per quattro anni ormai molto tempo fa, con risultati a dir poco mediocri, con il quale di quando in quando provo a emettere qualche suono. Per non avere rimpianti continuo a illudermi di registrare un disco, prima o poi... Nel frattempo, quando non sono impegnato nel mio lavoro di Consulente Filosofico, scrivo libri (oltre che recensioni di dischi e interviste a musicisti): di filosofia (cinque), ma anche di musica: nel 2016 ho scritto infatti la biografia dell'organettista Riccardo Tesi Una vita a bottoni, edito dall'editore Squilibri.