Home » Articoli » Album Review » Billy Mohler: Ultraviolet

Billy Mohler: Ultraviolet

By

Sign in to view read count
Billy Mohler: Ultraviolet
Aveva spiazzato tutti con Focus, album del 2019 nel quale riuniva alcuni degli improvvisatori più in vista della scena jazz statunitense, in controtendenza rispetto alla sua fama di produttore e songwriter per leggende della musica pop, rock, R&B e country, di vincitore grammy e di compositore per importanti campagne pubblicitarie. Parliamo di Billy Mohler, bassista dai molteplici talenti, che con UltraViolet presenta il medesimo quartetto, e che quartetto, che aveva dato seguito all'esordio con l'altrettanto apprezzato Anatomy.

"Da sempre compongo partendo dalle linee di basso per permettere a melodia e armonia di svilupparsi liberamente attorno all'idea centrale" afferma Mohler nelle note di copertina e i nove brani di UltraViolet lo confermano appieno. Certo, poter contare su due fiati come Shane Endsley e Chris Speed fa tutta la differenza del mondo, la presenza di Nate Wood dietro tamburi e piatti è una garanzia ma Mohler ci mette del suo, soprattutto idee e una grande musicalità. Strutturato con quattro brani principali e con cinque momenti sonori intorno ai due minuti che fungono da interludio ma anche da trampolino di lancio per il brano successivo, UltraViolet colpisce per groove e per sensibilità melodica.

I fiati dialogano e si armonizzano con dolcezza ed eleganza, le abilità strumentali nascoste nelle pieghe di frasi mai scontate rendono la musica fresca, palpitante, contagiosa, pur se all'interno di strutture codificate e facilmente identificabili. In un album di poco più di mezz'ora, sembrerebbero fuori dal coro gli otto minuti del conclusivo «Reconstruction», ma è solo un'ulteriore occasione per apprezzare il prezioso apporto di Endsley, Speed e Wood, e l'abilità del leader di organizzare il materiale sonoro e renderlo contagioso anche sulla lunga durata.

Album della settimana.

Track Listing

Matador; Ultraviolet; Disorder II; The Wait; Sorrow; Aberdeen; Evolution; Disorder I; Reconstruction.

Personnel

Album information

Title: Ultraviolet | Year Released: 2024 | Record Label: Contagious Music


< Previous
Reality Is Nuance

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Strictly Smokin' & Friends
Strictly Smokin' Big Band
Remembrance
Chick Corea and Bela Fleck
Axes
Andrea Grossi Blend 3 + Jim Black
Art Of Art
Art Pepper

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.