Home » Articoli » Album Review » Brian Groder: Torque

1

Brian Groder: Torque

By

Sign in to view read count
Brian Groder: Torque
Il nome del trombettista Brian Groder suonerà piuttosto sconosciuto ai più e il rischio maggiore è che senza il "richiamo" della presenza di Sam Rivers, anche questo disco, pubblicato dalla Latham, sarebbe passato prevalentemente sotto silenzio. Sarebbe stato un vero peccato.

Perché la musica di queste quattordici, medio-brevi, composizioni/improvvisazioni è davvero stimolante e per una serie ampia di motivi: primo fra tutti l'ottima intesa tra i due fiati, un Groder acidulo e pacato, in molte cose memore del Davis della seconda metà degli anni Sessanta [ma con una maggiore inquietudine] "contrapposto" al Sam Rivers che ben conosciamo e che, nonostante l'età non più verde, riesce ancora a disegnare linee originali sia ai sassofoni che al flauto.

Altra chiave di lettura importantissima - e ne diamo il giusto merito al leader - è quella di avere riflettuto a lungo sulla flessibiltà dell'organico, valorizzando i duetti [quello tromba-flauto delle due parti di "Behind The Shadows", per citarne uno] e lasciando uno spazio vitale alla musica per non imbottigliarsi negli ingorghi, per quanto ribollenti, della libertà [poco] vigilata.

Da citare inoltre sono Doug Mathews e Anthony Cole, ormai da anni stabilmente contrabbasso e batteria del trio di Rivers, il cui contributo in tutto il disco è di fondamentale importanza: non che Groder e l'anziano maestro non riescano anche autonomamente a trovare le giuste misure del dialogo, ma è certo che le idee ritmiche [ma non solo] che vengono da Mathews e Cole sono un terreno ideale per lasciare sfogo alla creatività.

Qualche critico ha scritto che anche se Groder fosse stato una vera "scamorza" di trombettista, con dei compagni del genere avrebbe fatto lo stesso bella figura: noi siamo piuttosto dell'avviso opposto, non tanto perché il trio di Rivers non basti e avanzi da sé [ci mancherebbe], ma perché crediamo che la felice riuscita di Torque stia proprio nella fiducia che Rivers e compagni accreditano al meno famoso compagno di avventura, rispettandone idee e tempi e permettendogli di suonare bene e di disegnare un disco che non deluderà gli appassionati. E non solo loro.

Track Listing

Spellcast; Betwixt; Diverging Orbits; Behind the Shadows, Pt. 1; Behind the Shadows, Pt. 2; Iota; Cross-Eyed; Involution; Camouflage; Oculus; Jingo; Tragic Magic; Fulcrum; Water Prayer.

Personnel

Brian Groder
trumpet

Brian Groder: trumpet, flugelhorn; Sam Rivers: tenor sax, flute; Doug Mathews: bass; Anthony Cole: drums.

Album information

Title: Torque | Year Released: 2007 | Record Label: Latham Records

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

É Pra Jazz
Henrique Mota Trio
The Other Side
Peter DiCarlo
Being Human
Lynne Arriale
Being
Chris Rottmayer

Popular

Jazz Hands
Bob James
Esengo
London Afrobeat Collective
Light Streams
John Donegan - The Irish Sextet

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.