1

PBB's Bread & Fox: This Is Sour Music

Neri Pollastri BY

Sign in to view read count
PBB's Bread & Fox: This Is Sour Music
L'avevamo visto dal vivo in uno degli ultimi concerti prima dello scoppio della pandemia e adesso possiamo ascoltarlo su CD: parliamo del quintetto Bread & Fox di Piero Bittolo Bon, giunto con questo This Is Sour Music (Trouble in the East Records) al secondo lavoro dopo Big Hell on Air, uscito nel 2016 per Auand.

La cifra della musica non è cambiata, conservando una densità di scrittura che si rifà a Henry Threadgill e Tim Berne, coniugata però con la ludica gioiosità caratteristica del musicista veneziano, che si riflette nel nome della formazione e nei titoli di album e brani. Un binomio che fa sì che le atmosfere siano tutt'altro che uniformi e seriose, donando loro intensità e varietà.

L'iniziale "Egosurfer's Delight," per esempio, parte con un tema relativamente semplice, esposto in solitudine dal contralto, ma prosegue poi magmaticamente, diventa più sospesa grazie alle astrazioni del pianoforte di Alfonso Santimone, quindi dinamicamente intensa grazie agli assoli ancora del leader e poi del trombone di Filippo Vignato, per concludersi con una diversificata serie di riprese del tema. Ma già la successiva "Extreme Menstrual Monster from Mestre" è più lenta e misteriosa, giocata sulle sonorità scure del flauto basso di Bittolo Bon, del trombone e anche della tuba di Glauco Benedetti, che qui dà man forte alla sezione fiati, andando oltre il ruolo ritmico che svolge costantemente.

La più breve delle tracce, "Vulpecula," parte piano con uno scuro unisono dei fiati, ma prosegue in crescendo fino a raggiungere un'intensità travolgente, grazie al pulsare del piano e, soprattutto, al lavoro della batteria di Andrea Grillini—peraltro in tutto il lavoro interprete fondamentale per intensità e varietà di stilemi—che si fa prima voce, dipingendo linee sullo sfondo dei fiati. Tutto cambia di nuovo nella successiva "Spike Girls from Arrakis," costruita sulla spinta della tuba e ricca di celle minimali reiterate in mille forme: qui si fatica a star fermi durante l'ascolto, anche grazie alla vivacità del pungente contralto di Bittolo Bon, che si protende in assoli micidiali, e ai geniali interventi del pianoforte di Santimone.

La conclusiva "Tavolini" avanza invece lenta sul beat della batteria e gioca su silenzi e intrecci tra le voci, senza ripetizioni, come il mutare costante dell'esistenza, per poi impennarsi progressivamente fino a un magma catartico e concludersi con risolutiva quietezza. Tranne riprendere un minuto dopo la fine, con una sorta di ghost track un po' funky, nella quale a sorpresa Bittolo Bon è al clarinetto—quasi una conferma dell'inarrestabile e imprevedibile creatività di una formazione che è oggi tra le più interessanti del panorama nazionale.

Album della settimana.

Track Listing

Egosurfer’s Delight; Extreme Menstrual Monster from Mestre; Vulpecula; Spice Girls from Arrakis (mel b + mel c = melange); Tavolini.

Personnel

Piero Bittolo Bon: saxophone, alto; Filippo Vignato: trombone; Glauco Benedetti: tuba; Alfonso Santimone: piano; Andrea Grillini: drums.

Album information

Title: This Is Sour Music | Year Released: 2019 | Record Label: Trouble in the East Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Human Rites Trio
Jason Kao Hwang
Re-Union
Matthew Shipp / William Parker
A New Dawn
Marius Neset
Graduation
Il Sogno
Live!
Chick Corea Akoustic Band with John Patitucci &...
Detail - 90
Frode Gjerstad / Kent Carter / John Stevens

Popular

Absence
Terence Blanchard featuring The E-Collective
The Garden
Rachel Eckroth
Uma Elmo
Jakob Bro
Time Frames
Michael Waldrop

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.