All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Shijin: Theory of Everything

Claudio Bonomi By

Sign in to view read count
Shijin: Theory of Everything
Dopo l'ottimo debutto con l'omonimo album nel 2018, questo quartetto internazionale torna alla ribalta con un lavoro che non fa che confermare l'impressione positiva dell'esordio. Nel frattempo, Jacques Schwarz-Bart, il vulcanico sassofonista originario della Guadalupa, già con Roy Hargrove e grande esploratore della tradizione afro-caraibica, è uscito di scena per essere rimpiazzato dal francese Stéphane Guillaume, talento naturale del jazz transalpino. Il resto della formazione è rimasto quello della prima ora con il bassista francese di base a Brooklyn Laurent David, motore della band, il pianista di origine brasiliana Malcolm Braff e il batterista belga Stéphane Galland già con i celebrati Aka Moon.

La "teoria del tutto" è la logica seconda tappa del discorso intrapreso tre anni fa dal combo nell'architettare un jazz di matrice contemporanea ben suonato, gradevole ed estremamente elegante. Un lavoro ricco di fascino capace di mettere magicamente d'accordo i paladini della tradizione e gli appassionati del nuovo.

Brani come "Unexpected Discovery," "Implosion" o "You Are Here" riservano sorprese, ascolto dopo ascolto, con l'esuberante Malcom Braff che giganteggia al piano e al Fender Rhodes. A proposito di Braff, fortemente consigliati sono anche alcuni suoi lavori passati come Inside e Voltage dove esprime al massimo il suo pianismo fluido e straripante di energia.

Tornando a Theory of Everything, si segnala in particolare il brano "Time Travel" una soffice e intensa ballad con i quattro musicisti in grande spolvero nel disegnare trame mai scontate, dove lo swing riesce sempre capolino. Tutti gli otto brani dell'album sono frutto di un progetto compositivo collettivo e ognuno è stato concepito, come spiegano le note, per essere in primis suonati in duo e, solo in un secondo tempo, sono state aggiunte le parti per essere proposti in quartetto. E il tutto, in questo caso, è davvero superiore alla somma delle parti.

Track Listing

Mystery of a White Dwarf; Unexpected Discovery; Golden Age; Implosion; Time Travel; Separating Circle; You Are Here, Curved Wrinkles.

Personnel

Malcolm Braff: piano; Stephane Guillaume: saxophone; Stéphane Galland: drums; Laurent David: bass, electric.

Album information

Title: Theory of Everything | Year Released: 2021 | Record Label: Self Produced

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Waterwheel
Daniel Thatcher
New Leaves
Dan Rose, Claudine Francois
Astonishments
Steve Swell
A Swingin' Sesame Street Celebration
Jazz at Lincoln Center Orchestra with Wynton...
Transformation
Glenn Close/Ted Nash
Special Edition: Procedural Language
Ivo Perelman & Matthew Shipp
Ever Since The World Ended
Lauren White and the Quinn Johnson Trio
Rah! Rah!
Claire Daly

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.