Home » Articoli » Henri Texier: Sky Dancers

Album Review

Henri Texier: Sky Dancers

By

Sign in to view read count
Henri Texier: Sky Dancers
Torna Henri Texier, leggenda del jazz transalpino, con l'ultima mutazione del gruppo iniziato con Francois Corneloup al baritono e il figlio Sébastien al contralto. I due sassofonisti erano nell'organico dello Strada Sextet ((V)ivre, Label Bleu 2005), hanno animato il più recente Hope Quartet (con il batterista Louis Moutin) e li ritroviamo assieme qui, accanto al chitarrista Nguyen Le e al pianista Armel Dupas.
Seguendo la propensione per le culture tradizionali di mezzo mondo, il contrabbassista rivolge ora la sua attenzione ai nativi del Nord America, senza per questo tentare azzardati connubi con le forme musicali di quelle popolazioni. In un inventivo modern mainstream, caratterizzato ritmicamente, ricco mutamenti di clima e vorticosi assoli, troviamo solo qualche accenno a moduli ritmici affini alle danze di quelle popolazioni. "Per quanto posso ricordare -dice Texier -sono sempre stato interessato agli indiani d'America. Da bambino mi mascheravo come loro, trovandoli più vivaci, seducenti e inventivi. (...) Più tardi, contemporaneamente alla scoperta del jazz, ho approfondito la conoscenza di quelle culture, rimanendo affascinato dall'assoluto rispetto che avevano per la natura."

Le composizioni di questo disco (dai titoli indicativi) vanno quindi viste come un tributo dalla forte valenza affettiva, che è stato condiviso in musica coi suoi partner.

Il risultato è un jazz tumultuoso e avvincente, che risulta affine ai popoli amerindi nel variopinto cromatismo. Uno dei tratti caratterizzanti è il drumming di Louis Moutin, fonte costante di impulsi e suggerimenti, che s'impone per l'incalzante fondale e le alterazioni ritmiche.
Sebastien Texier è da tempo un sax contralto di rilievo e il contrasto tra il suo timbro luminoso e quello scuro di Corneloup al baritono è uno dei punti di forza di questa musica. Particolarmente convincente è anche il ruolo di Nguyen Le che aggiunge varietà cromatica nel passare da stili chitarristici bop a momenti ardenti, post hendrixiani.
Texier padre guida con magistero lo svolgersi delle sue belle composizioni, intervenendo con qualche pregnante assolo.

Track Listing

Mic Mac; Dakota Mab; Clouds Warriors; He Was Just Shining; Mapuche; Hopi; Navajo Dream; Comanche; Paco Atao.

Personnel

Sébastien Texier: sax contralto, clarinetto contralto, clarinetto; François Corneloup: sax baritono; Nguyen Le: chitarra; Armel Dupas: pianoforte, piano elettrico: Henri Texier: contrabbasso; Louis Moutin: batteria.

Album information

Title: Sky Dancers | Year Released: 2016 | Record Label: Label Bleu

Post a comment about this album

Tags

More

Siwan: Hafla
Jon Balke
Head Borders
The Young Immigrants
Fire In The West
Neil Swainson
Blues Etudes
Rob Magill

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.