All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Eduardo Contizanetti, Giuliano Tull: Saurus

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Eduardo Contizanetti, Giuliano Tull: Saurus
Otto brani, firmati metà ciascuno, a esprimere una musica perlopiù caratterizzata da lirismo, ma non per questo priva di intensità dinamica e di costruzioni singolari: questo il programma di Saurus, autoproduzione del chitarrista argentino trapiantato in Friuli Eduardo Contizanetti e del sassofonista friulano Giuliano Tull, anni fa autore di un eccellente lavoro in quartetto, Boparte.

Il sassofonista privilegia il soprano—al quale svela grande agilità e un timbro molto nitido— ma lo alterna al tenore—curiosamente impiegato nei brani più geometrici—mentre il chitarrista alterna tutti i generi dello strumento, operando con estrema raffinatezza sulle acustiche, in dialogo con il compagno, nei brani narrativi e con l'elettrica in quelli viceversa più ritmici e astratti. Tra i primi spiccano quelli d'apertura, nei quali Tull è sempre al soprano: il primo, di Contizanetti, ha un tipico sapore latinoamericano e un tema che si presta eccellentemente agli assoli dei due artisti; il secondo e il terzo, di Tull, sono più ritmici, ma vi rimane un lirismo di fondo che permette all'intreccio delle voci e agli spazi solistici di integrarsi nel tessuto drammaturgico. Analoga situazione in "Milonguetik," altro brano di Contizanetti dal sapore sudamericano.

Lo scenario cambia in "Axiom," di Tull, ove prima l'incedere ritmico della chitarra elettrica sospinge il tenore in una ricerca priva di un preciso tema-guida, poi è il sax a sostenere il ritmo sull'improvvisazione della chitarra. Ancora di Tull "The drone," ove due minuti di dialogo piuttosto libero tra tenore e chitarra elettrica si concludono con un reiterato motivetto d'andamento funky. Del tutto singolari "Promesas" e la conclusiva title track, entrambe del chitarrista: la prima è una narrazione malinconica dal gusto epico, molto bella, che ricorda Gato Barbieri; la seconda un breve e fuminante affresco nel quale i suoni dei due strumenti vengono alterati dall'elettronica—una fine di disco un po' straniante, perché piuttosto disorganica rispetto al resto.

Lavoro d'ascolto assai gustoso, con alcuni momenti davvero notevoli—le prime tracce e la citata "Promesas"—che mette in mostra due eccellenti musicisti ancora poco noti fuori dal loro territorio.

Track Listing

A tus mañanas; L’anfitrione; Chita; Axiom; Milonguetik; The drone; Promesas; Saurus.

Personnel

Eduardo Contizanetti: guitar; Giuliano Tull: saxophone.

Eduardo Contizanetti: electronics

Album information

Title: Saurus | Year Released: 2019 | Record Label: Autoprodotto

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read Hug!
Hug!
Matt Wilson Quartet
Read Touch & Go
Touch & Go
Susan Tobocman
Read The Ilkley Suite
The Ilkley Suite
Jamil Sheriff
Read Moving Through Worlds
Moving Through Worlds
Fiona Joy Hawkins
Read Data Lords
Data Lords
Maria Schneider Orchestra
Read Sleepy Town
Sleepy Town
Jamie Pregnell
Read Momento
Momento
Dave Milligan
Read Peace
Peace
Spirit Fingers

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.