Home » Articoli » Jerry Granelli Trio: Plays Vince Guaraldi & Mose Allison

1
Album Review

Jerry Granelli Trio: Plays Vince Guaraldi & Mose Allison

By

Sign in to view read count
Jerry Granelli Trio: Plays Vince Guaraldi & Mose Allison
Prossimo a celebrare gli ottant'anni (li compirà il 30 dicembre prossimo), il batterista Jerry Granelli riprende in mano il materiale di due autori che hanno avuto grande importanza per la sua formazione: il pianista Vince Guaraldi, con il quale collaborò per tre intensi anni all'inizio della sua carriera, e il pianista-cantante Mose Allison, nel cui trio entrò subito dopo, per poi tornare a lavoravi a intervalli numerose volte nel corso dei successivi quarant'anni. E lo fa assieme a due artisti adatti a immergersi in una musica che ha segnato la sensibilità statunitense della seconda metà del Novecento, capaci di uscirne con qualcosa di rispettoso, ma anche di molto contemporaneo: il pianista Jamie Saft e il contrabbassista Bradley Christopher Jones.

In realtà le composizioni di Guaraldi sono solo due su dieci, ma aprono e chiudono il lavoro e, soprattutto, sono storiche e bellissime: trascinante e sofisticata "Cast Your Fate to the Wind," uno dei massimi successi del pianista prematuramente scomparso nel 1976 a soli quarantotto anni; malinconica e delicata l'immortale "Christmas Time Is Here," che rimanda all'album A Charlie Brown Christmas, l'ottavo album realizzato da Guaraldi, nel 1964, per musicare uno special televisivo animato dei Peanuts.

A parte il classico blues "Baby Please Don't Go," i rimanenti brani sono in gran parte di Allison (cinque su dieci): si inizia dal dinamicissimo "Parchman Farm" per arrivare a uno dei suoi più famosi, "Your Mind Is on Vacation," per il quale Granelli e Jones approntano due "preludi"—il secondo dei quali è un pezzo di bravura proprio del contrabbassista.

Materiale, dunque, tutto non nuovo e assai radicato nella tradizione, sul quale però il trio opera in modo enciclopedico: tempi quasi sempre veloci, accelerazioni, lavoro ritmico di basso e batteria, armonico e bluesy del piano sono elementi che vengono dalla tradizione; grande interplay, ampio spazio al contrabbasso—che opera anche con l'archetto—e interventi timbrici della batteria quelli che vengono dalla scuola evansiana; libertà d'inventiva a tutti e tre i protagonisti ciò che rende modernissima la proposta complessiva.

Anche perché Saft, Jones e Granelli fanno (non sorprendentemente) sfoggio di splendide qualità: le loro invenzioni, i loro assoli, mai individualistici e invece sempre pienamente sinergici, donano alla musica grande vividezza, restituendocela in una forma tutt'altro che datata o "già sentita," facendo così di questo lavoro un album piacevolissimo, che permette anche ai meno interessati al periodo di far pace con il jazz bianco e meno radicale degli anni Sessanta.

Album della settimana.

Track Listing

Cast Your Fate to the Wind; Parchman Farm; Baby Please Don’t Go; Mind Prelude 1; Everybody’s Cryin’ Mercy; Star Song; Young Man Blues; Mind Prelude 2; Your Mind Is on Vacation; Christmas Time Is Here.

Personnel

Jerry Granelli: drums; Jamie Saft: piano; Brad Jones: bass.

Additional Instrumentation

Jerry Granelli: drums.

Album information

Title: Plays Vince Guaraldi & Mose Allison | Year Released: 2020 | Record Label: RareNoiseRecords

Post a comment about this album

Tags

More

Persistence
Steve Knight
Stealin' Home: Jackie Robinson Suite
Bobby Bradford and Friends

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.