Home » Articoli » Album Review » Piero Bittolo Bon & His Original Pigneto Stompers: Mucho Acustica

Piero Bittolo Bon & His Original Pigneto Stompers: Mucho Acustica

By

Sign in to view read count
Piero Bittolo Bon & His Original Pigneto Stompers: Mucho Acustica
Sono almeno tre i piaceri che vengono sollecitati nell'approccio a Mucho Acustica, l'ultima fatica discografica del sassofonista e compositore veneziano Piero Bittolo Bon. Quello tattile/visivo grazie all'accattivante packaging cartonato e alla grafica, come al solito intensa e ad effetto, di Massimiliano Sorrentini. Quello derivante dalla lettura dei titoli dei brani, alcuni più caustici di una striscia di Vauro, e del titolo del disco stesso, quanto di più lontano dall'acustico ci possa essere. Per finire, naturalmente, con la musica, esplosiva, debordante, irriverente, a suo modo, e che modo, nostalgica, appassionante.

L'iniziale "DFW/Calypso de Pelo" è strepitosa. Introdotto dal basso elettrico di Jamaaladeen Tacuma, alimentato dalla chitarra di Simone Massaron, il brano decolla grazie alla spinta poderosa delle due batterie, il già citato Sorrentini e Federico Scettri, in una sorta di ellingtoniano jungle-style dai connotati free. Su di esso Bittolo Bon imperversa prima con il fido sax contralto poi con il sax baritono con il quale crea laceranti grumi sonori resi ancor più inquietanti dall'ossessiva scansione ritmica.

Altrettanto strepitoso è "Tsar Bomba!" traccia in cui un voluttuoso Prince sembra incontrare i Tangerine Dream, e il garage rock dei Grand Funk Railroad imbattersi nel muro di suono del Peter Broetzman Octet di Machine Gun. I rimanenti brani non posseggono la forza dirompente dei due citati ma sono comunque una significativa testimonianza della curiosità onnivora del leader e dei suoi compagni di viaggio.

Lo spirito dei Prime Time di Ornette fa capolino fosse solo per la presenza del suo storico bassista e di quell'ultimo titolo del disco, ma sembra più una dimostrazione di rispetto e di affetto che una dichiarazione estetica. Troppo personale, caratterizzato e caratterizzante la visione artistica e l'approccio musicale di Bittolo Bon, che si conferma tra le menti più interessanti del nostro panorama musicale.

Personnel

Piero Bittolo Bon
saxophone, alto

Album information

Title: Mucho Acustica | Year Released: 2011 | Record Label: Easy Tempo


Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Silent, Listening
Fred Hersch
Riley
Riley Mulherkar
3 Works For Strings
Giusto Chamber Orchestra
My Multiverse
Pearring Sound

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.