All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

1

Dave Burrell: Momentum

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Artista quanto mai schivo, Dave Burrell resta per molti il pianista di Archie Shepp nella stagione parigina del free, documentata dai dischi Byg Actuel. Successivamente lavorò con Beaver Harris e poi ancora, a lungo, con David Murray. Dopo anni d'attività didattica alla Pennsylvania University, Dave Burrell è tornato in scena a capo di un sestetto alla fine degli anni Novanta (Esquisses For A Walk), con un paio di lavori in duo, incisi per la CIMP di Robert Rush (Changes & Changes col tenorista Odean Pope e Recital col bassista Tyrone Brown) e più recentemente con un disco in solo registrato in Italia per la nostra Splasch (Margy Pargy).

Oggi Burrell guida due diversi trii: uno con William Parker e Andrew Cyrille che mantiene forti relazioni con la memoria storica del free (ha registrato nel 2004 Expansion per la High Two) e la formazione di questo lavoro che ha un'impostazione più tradizionale ed è caratterizzata da una netta impronta ritmico-melodica.

Lo stile di Burrell ha strette relazioni con la dimensione iterativa di Mal Waldron e la marcata tensione espressiva di Andrew Hill: entrambi derivavano il loro stile da quello di Monk e quindi il riferimento è implicito.

Dave Burrell è stato però influenzato profondamente -e non poteva essere altrimenti- da Cecil Taylor ed anche qui se ne colgono i segni, nonostante il suo stile privilegi la dimensione monkiana di cui s'è detto.

La musica di questo disco è stata composta in parte per accompagnare un film muto di Oscar Micheaux ed ha quindi accentuato la sua dimensione suggestiva: Burrell gioca su poche note spaziate per creare climi di grande intensità, che suscitano vari gradi di coinvolgimento emotivo. C'è un ampio sfruttamento della tastiera per scarne e ossessive iterazioni che fungono da base per gli interventi di contrabbasso e batteria, quanto mai ampi, fantasiosi e articolati.

Abbiamo quindi anche un rovesciamento dei ruoli rispetto al classico piano trio e può capitare (come accade in "4:30 to Atlanta" o in "Downfall" che Burrell mantenga questa posizione in gran parte del brano). Il pianista non teme di apparire in secondo piano o tecnicamente povero ed il suo obiettivo tende a privilegiare il mood di ogni composizione che può passare dal free controllato di "Momentum" all'atmosfera sospesa e cameristica di "Fade To Black" oppure a classiche ballad come "Cool Reception" e "Coup d'etat". Da questo punto di vista l'obiettivo è pienamente riuscito e la musica risulta carica di tensione e coinvolgente.

Track Listing: 01. Downfall; 02. Broken Promise; 03. Fade To Black; 04. 4:30 To Atlanta; 05. Cool Reception; 06. Momentum; 07. Coup d'etat. Tutte le composizioni sono di Dave Burrell.

Personnel: Dave Burrell (pianoforte); Michael Formanek (contrabbasso); Guillermo E. Brown (batteria).

Title: Momentum | Year Released: 2007 | Record Label: High Two Recordings

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Downfall

Downfall

Dave Burrell
Momentum

Live Reviews
In Pictures
Album Reviews
Interviews
Album Reviews
Live Reviews
Album Reviews
Live Reviews
Album Reviews
Multiple Reviews
Album Reviews
Interviews
Album Reviews
Read more articles
The Crave

The Crave

NoBusiness Records
2017

buy
Turning Point

Turning Point

NoBusiness Records
2015

buy
 

Margy Pargy

Splasc(H) Records
2007

buy
 

Momentum

High Two Recordings
2007

buy
Margy Pargy

Margy Pargy

Unknown label
2006

buy
Momentum

Momentum

High Two Recordings
2006

buy

Related Articles

Read LE10 18-05 Album Reviews
LE10 18-05
By Karl Ackermann
May 20, 2019
Read Remembering Miles Album Reviews
Remembering Miles
By Dan McClenaghan
May 20, 2019
Read Merry Peers Album Reviews
Merry Peers
By Bruce Lindsay
May 20, 2019
Read Music! Music! Music! Album Reviews
Music! Music! Music!
By Doug Collette
May 20, 2019
Read Sheer Reckless Abandon Album Reviews
Sheer Reckless Abandon
By John Kelman
May 19, 2019
Read Gratitude: Stage Door Live @ the Z Album Reviews
Gratitude: Stage Door Live @ the Z
By Jack Bowers
May 19, 2019
Read To My Brothers Album Reviews
To My Brothers
By Victor L. Schermer
May 19, 2019