Jim Snidero: MD66

Maurizio Zerbo BY

Sign in to view read count
Jim Snidero: MD66
Sin dal titolo MD66 mette in evidenza le linee estetiche di questo progetto di Jim Snidero, che intende omaggiare il secondo quintetto davisiano degli anni Sessanta. Le composizioni originali presentano brevi cellule melodiche come volano per una solida trama ritmica, attraversata da un ottimo interplay.

Non è un disco che ridefinisce il futuro del jazz, ma ne trasmette il senso più genuino grazie ad una sincera comunicativa e a trame musicali altamente godibili. A partire dalla prima traccia, si impongono con grande forza assertiva assoli di alta scuola per tecnica e fantasia esecutiva.

Lo stile non derivativo del leader fa il resto, regalando all'ascoltatore un'opera convincente e di ampio respiro. L'intelligenza esecutiva ha consentito al quintetto di proiettare la tradizione in un ricco alveo creativo, dove convivono i vari fiumi della contemporaneità jazzistica. Ne discende un disco particolarmente riuscito, che lungi da rigidi virtuosismi di maniera, si segnala per equilibrio strutturale e coerenza stilistica.

Track Listing

MD66; Recursion; Free Beauty; Unified; Who We've Known; Un4Scene; Blue in Green; Purge.

Personnel

Jim Snidero: sax (contralto); Alex Sipiagin: tromba; Andy LaVerne: pianoforte; Ugonna Okegwo: contrabbasso; Rudy Royston: batteria.

Album information

Title: MD66 | Year Released: 2017 | Record Label: Savant Records

Post a comment about this album

Listen

Tags

Shop Amazon

More

Close to Home
Ari Erev
Up & Down, Sideways
Jon Raskin Quartet
Small Wonders
Zacc Harris Group
Descarga for Bud
Alex Conde
The Dealer
Chico Hamilton
On The Go
Beady Beast

Popular

Absence
Terence Blanchard featuring The E-Collective
En Attendant
Marcin Wasilewski Trio
Station Three
Quartet Diminished
The Garden
Rachel Eckroth

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.