Home » Articoli » Raffaello Pareti, Francesco Bearzatti, Mauro Ottolini, Walter Paol...

Album Review

Raffaello Pareti, Francesco Bearzatti, Mauro Ottolini, Walter Paoli: Il mondo che verrà

By

Sign in to view read count
Raffaello Pareti, Francesco Bearzatti, Mauro Ottolini, Walter Paoli: Il mondo che verrà
Dopo il debutto quattro anni fa con The Roar at the Door il quartetto del contrabbassista toscano è tornato negli studi di Stefano Amerio per incidere un nuovo album in continuità col precedente: otto composizioni originali articolate nei tempi e nelle strutture che s'impongono per il trascinante drive ritmico e il veemente gioco di relazioni tra i musicisti.

Raffaello Pareti nelle note del disco si sofferma sui propri rapporti con la composizione ammettendo di non avere un metodo di lavoro disciplinato: "Aspetto paziente che un'idea abbocchi all'amo e così, come un cercatore di metalli preziosi, passo al setaccio le idee che seleziono dal riesame delle improvvisazioni (per lo più vocali) che scaturiscono in risposta a un brano, o un'idea, che ha infiammato la mia fantasia."

Quale che sia il metodo, i brani di Pareti s'impongono per la chiarezza delle soluzioni espressive, spesso giocate su frasi-tema o figure ritmiche ostinate che fungono da ossatura per ulteriori sviluppi. Una scrittura che lascia ampio spazio all'eccellente contributo di Francesco Bearzatti e Mauro Ottolini.

Il percorso musicale è fantasioso e variopinto. Alcuni brani si presentano con un taglio ritmico marcato (talvolta contagiosamente funky), efficaci parti esposte all'unisono e incisivi interventi personali: è il caso dei due nervosi temi introduttivi, "La strada" e "Il bar delle fragole," ma anche di "Crickets in My Head" e del conclusivo "Effetto Otto." In altri momenti ("Tra chiaro e oscuro," "Sirene") prevale un clima riflessivo, con cantabili melodie disegnate dal radioso clarinetto di Bearzatti e dell'evocativo trombone con sordina di Ottolini. Ma il tema di maggior presa è "Notturno," che s'impone per il clima deliziosamente retrò e le contagiose soluzioni ritmico melodiche. Sarebbe la colonna sonora ideale per un film noir ambientato negli anni cinquanta.

Track Listing

La strada; Il bar delle fragole; Tra chiaro e oscuro; Il mondo che verrà; Sirene; Crickets in My Head; Notturno; Effetto Otto.

Personnel

Francesco Bearzatti: sax tenore, clarinetto; Mauro Ottolini: trombone, tromba bassa, flauti sardi; Raffaello Pareti: contrabbasso; Walter Paoli: batteria.

Album information

Title: Il mondo che verrà | Year Released: 2015 | Record Label: Artesuono

Post a comment about this album


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Tags

More

Pan Africa
Derrick Gardner & The Jazz Prophets
Antonyms
Dominic Lash, Alex Ward
The Source
Kenny Barron
Espérame en el Cielo
Gilbert Castellanos

Popular

Exude
Francesca Han & Ralph Alessi
Baker's Dozen
The Muffins
Blues & Bach: The Music Of John Lewis
Enrico Pieranunzi Trio & Orchestra
The Border
Douwe Eisenga

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.