Home » Articoli » Live Review » Gianluca Petrella Cosmic Renaissance alla Santeria di Milano

Gianluca Petrella Cosmic Renaissance alla Santeria di Milano

Gianluca Petrella Cosmic Renaissance alla Santeria di Milano

Courtesy Emanuele Meschini

By

View read count
Gianluca Petrella Cosmic Renaissance
Santeria
Milano
16.10.2022

Nel mese di luglio, è stata ufficializzata l'approvazione, ai fini del finanziamento Fus (Fondo Unico per lo Spettacolo), dei sette Centri di Produzione Musica italiani. Di questi, cinque operano prevalentemente nell'ambito del jazz e We-Start, centro legato a Novara Jazz, è l'unico basato nel Nord Italia.

Nelle parole di Corrado Beldì ed Enrico Bettinello, che hanno introdotto la serata, obiettivo del centro è il supporto allo sviluppo del jazz contemporaneo attraverso produzioni originali, residenze, collegamenti internazionali, intercettando e favorendo l'incrocio con altre discipline, con nuovi linguaggi (ad esempio l'elettronica), con nuovi ascoltatori.

La sera del 16 Ottobre, alla Santeria di Milano, è stata dunque l'occasione per presentare We-Start e due progetti sostenuti dal centro: le O-Janà (Ludovica Manzo e Alessandra Bossa), che ci hanno fatto ascoltare in anteprima l'album Animal Mother, che uscirà il prossimo anno, e la Cosmic Renaissance del trombonista Gianluca Petrella, qui anche a tastiere ed elettronica, che in compagnia di Mirco Rubegni (tromba), Simone Padovani (percussioni), Federico Scettri (batteria), Riccardo Di Vinci (basso elettrico), Anna Bassy (voce) e Soweto Kinch (sax alto e voce), ha presentato l'album Universal Language, uscito pochi giorni prima per la Schema Records. Un album che mescola rap ed elettronica, psichedelia e funk, jazz e soul, linguaggi ancestrali ed urgente contemporaneità, eseguito da una bad agguerritissima con il piede ben premuto sull'acceleratore, che ha divertito e fatto ballare un pubblico numeroso.

Comments

Tags


Support All About Jazz

Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

How You Can Help

To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Near

More

Jazz article: 45th Annual Tri-C JazzFest
Jazz article: Budapest Ritmo 2024
Live Review
Budapest Ritmo 2024
Jazz article: Whiplash In Concert At Barbican Hall

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.