All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Paul Bley - Kresten Osgood: Florida

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Basterebbe un solo ascolto di “Darkness”, la prima traccia, per lasciare senza fiato chiunque decida di avvicinarsi al presente lavoro: due minuti e mezzo sospesi tra silenzio ed emozione, un autentico distillato di sobrietà, commozione e inventiva. Chi segue Paul Bley fin dai tempi del leggendario Open to Love (anno di grazia 1972), sa benissimo a cosa si allude, ha già sperimentato sulla propria pelle la vertiginosa profondità che può raggiungere l’arte del maestro canadese nel tracciare improbabili parabole e imprevedibili traiettorie, nello sfiorare dolcemente il cuore e le orecchie di chi ascolta.

Peccato che il resto del disco non sempre sia all’altezza di cotanta nomea. Certo, Osgood è batterista capace, intelligente e in grado di capire quando è il momento di defilarsi e lasciare spazio all’ingombrante compagno. Eppure, non possono non destare perplessità certi accostamenti e, soprattutto, la scelta di inserire passaggi di solo batteria: tre composizioni firmate dal danese che, se pur condotte con appropriata misura e piacevole levità, finiscono per risultare fuori luogo rispetto alle coordinate dettate dalla tastiera di Bley; corpi estranei in un lavoro dal quale, ormai, ci si attende ben altro.

E così, l’ascolto finisce per trasformarsi in un’attesa del pianoforte, in una spasmodica ricerca di un qualcosa che possa rivaleggiare, se non proprio eguagliare, quello straordinario assaggio di paradiso posto in apertura del programma.

E allora, alla luce di quest’insopprimibile desiderio di altra magia, val la pena segnalare la contorta e suadente “Fluid Head” (con Bley ancora in solitario), la sorprendente “All the Things You Are” (in cui i due partner sembrano trovare per un attimo la possibilità di dialogare alla pari), la dolcissima “Arches” (ancora in duo, ma con la batteria talmente intimorita e defilata da risultare quasi ininfluente) e la capricciosa “Backlash” (ancora, guarda caso, Bley solo).

Sarà la natura episodica dell’incontro (una sola giornata in studio a West Palm Beach, Florida), sarà il timore reverenziale suscitato nel giovane danese dagli occhiali scuri di Bley, sarà il potere devastante di quella perla posta scioccamente in testa al programma, ma, ascolto dopo ascolto, si finisce per cedere all’impulso di archiviare il disco in quell’indefinibile categoria dei “belli, ma...”.

Visita i siti di Paul Bley e Kresten Osgood.

Track Listing: Darkness; Light; Fluid Head; Arches; The Beaten Track; Told You So; Meeting Of The Minds; All The Things You Are; True Blue And Gold; Backlash.

Personnel: Paul Bley: piano; Kresten Osgood: drums.

Title: Florida | Year Released: 2007 | Record Label: ILK Music

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Album Reviews
Radio
Year in Review
Album Reviews
Film Reviews
Album Reviews
Read more articles
Play Blue

Play Blue

ECM Records
2014

buy
Annette

Annette

Hatology
2010

buy
 

Closer

ESP Disk
2009

buy
Barrage

Barrage

ESP Disk
2009

buy

Related Articles

Read Down & Dirty Album Reviews
Down & Dirty
By Jack Bowers
July 21, 2019
Read Sublunary Minds Album Reviews
Sublunary Minds
By Troy Dostert
July 21, 2019
Read Peace Planet & Box of Light Album Reviews
Peace Planet & Box of Light
By Don Phipps
July 21, 2019
Read Hyperuranion Album Reviews
Hyperuranion
By Glenn Astarita
July 21, 2019
Read The Turning Album Reviews
The Turning
By Bruce Lindsay
July 20, 2019
Read Reveries and Revelations Album Reviews
Reveries and Revelations
By John Eyles
July 20, 2019
Read Live/Shapeshifter Album Reviews
Live/Shapeshifter
By Don Phipps
July 20, 2019