All About Jazz

Home » Articoli » Live Review

Erik Friedlander Throw A Glass al Pinocchio di Firenze

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Erik Friedlander Throw a Glass
Firenze
Pinocchio Live Jazz
8.2.2020

Inizio della programmazione di Febbraio al Pinocchio con una formazione statunitense di primissimo livello: il quartetto Throw a Glass del violoncellista Erik Friedlander, con Uri Caine al pianoforte, Mark Helias al contrabbasso e Ches Smith alla batteria. Il gruppo presentava un programma in buona parte tratto dal disco del 2018, Artemisia, dedicato alla "bevanda maledetta" degli artisti otto-novecenteschi, il liquore di assenzio.

Aldilà delle ispirazioni, la musica presentata nel corso del concerto—come di prammatica sul palco fiorentino divisa in due set di tre quarti d'ora l'uno—era complessa ma tutt'altro che cerebrale, costruita attorno alle strepitose caratteristiche dei quattro artisti, ma anche estremamente varia. Composizioni ora di impianto cameristico, ora più frammentate e dissonanti, ora più propriamente jazzistiche e con venature blues o folk. Una musica comunque fortemente strutturata attorno alla scrittura—il violoncellista è parso attenersi molto agli spartiti, in certa misura perfino nel corso dei propri assoli—ma anche sempre punteggiata dagli interventi individuali.

Da quest'ultimo punto di vista sono spiccati in particolar modo Helias, potente e incisivo nel sostenere il discorso complessivo, autorevole negli assoli, specie quelli con l'archetto, e soprattutto un portentoso Smith, che ha alternato percussioni ritmiche a pennellate di suoni e perfino incredibili lirismi, evidenziati dal fatto di suonare cantando. Splendido e totalmente atipico il suo assolo più lungo, concluso articolando un piatto smontato dalla sua sede e costellato da una serie di invenzioni mai virtuosistiche, viceversa sempre finalizzate a un ben preciso discorso drammaturgico.

Friedlander ha ovviamente svolto il ruolo di prima voce, interpretato come detto dedicandosi a un lavoro perlopiù lirico che spiccava sullo sfondo invece molto più frammentato e dissonante dipinto dai compagni (e purtroppo un po' penalizzato da un'acustica che non lo esaltava pienamente). Quasi sempre all'archetto, ha tuttavia deliziato il pubblico con due bis in solitudine al pizzicato. Appena in ombra Uri Caine, calato in un ruolo di (eccellente) accompagnatore dal quale è emerso solo a tratti—molto bello, comunque, un lavoro percussivo su tasti alternati, condotto nel corso di uno dei brani, che ha prodotto sonorità inusuali, quasi da piano preparato.

Concerto complessivamente eccellente e giustamente acclamato dal folto pubblico. Se tra esso qualcuno era memore dello splendido concerto di quindici anni orsono del Broken Arm Trio, la formazione di allora di Friedlander, certo non sarà stato deluso.

Foto: Annamaria Lucchetti.

Post a comment

Tags

Jazz Near Florence
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop Amazon

More

Interview with Alternative Guitar Summit 2021
Interview with Steve Sandberg Trio at Soapbox Gallery
Interview with Tessa Souter Trio at Soapbox Gallery
Interview with Nicole Glover Trio at Smalls Jazz Club
Interview with Peter Zak Quartet at Smalls Jazz Club
Interview with Norwegian Digital Jazz Festival 2020, Part 3
Interview with The Bad Plus at Bijou Theatre

Popular

Read Tony Bennett: A Hero's Journey in Authenticity
Beauty, Love and Justice: Living A Coltranian Life
Tony Bennett: A Hero's Journey in Authenticity
Read Steve Reich: Humans Love to See Other Humans Play Music
Read Top Jazz-Rock Fusion Recordings
Read Joe Lovano: Finding New Adventures
Read Dean Brown: Global Fusion on Acid
Read Instrumental Duos
Building a Jazz Library
Instrumental Duos

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.