Home » Articoli » Benedikt Jahnel Trio: Equilibrium

Album Review

Benedikt Jahnel Trio: Equilibrium

By

Sign in to view read count
Benedikt Jahnel Trio: Equilibrium
Un tedesco, uno spagnolo e un canadese compongono questo bel trio, che si muove su terreni magari già ampiamente sondati, ma lo fa con estremo buon gusto e assoluta padronanza della materia.

La rotta di navigazione è in effetti quella classica (da una trentina d'anni in qua, almeno), un procedere - ed espandersi, e lievitare - che non disdegna una cantabilità larga, rotonda, rispettosa del concetto di song nella sua più ampia accezione (non necessariamente solo jazzistica, quindi, a partire dal materiale tematico, che pure, nello specifico, è tutto a firma di Jahnel); una rotta che, per grandi linee-guida, muove da Jarrett, passa per Mehldau e approda all'E.S.T. più contiguo al grande ceppo jazzistico (nello strumentario, squisitamente acustico, anzitutto).

C'è un'indubbia capacità di far respirare la musica, sia che ci si muova sul fronte della ballad, sia che si tenda ad aprire e addensare maggiormente la musica, col pianoforte del leader in una posizione indiscutibilmente centrale (non rari i segmenti in totale solitudine), ma senza mai prevaricare i partner, che offrono invece un contributo pieno e convincente.

Disco senz'altro raccomandabile.

Track Listing

01. Gently Understood; 02. Sacred Silence; 03. Moorland & Hill Land; 04. Wrangel; 05. Augmented; 06. Hidden Beauty; 07. Equilibrium.

Personnel

Benedikt Jahnel (pianoforte); Antonio Miguel (contrabbasso); Owen Howard (batteria).

Album information

Title: Equilibrium | Year Released: 2013 | Record Label: JazzMa Records

Post a comment about this album

Tags

More

Brooklyn Calling
Stan Killian
Andromeda's Mystery
Doruzka Wylzot Ballard
Boiling Point
Gordon Grdina's Nomad Trio

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.