Home » Articoli » Alex Harding, Lucian Ban: Dark Blue

Album Review

Alex Harding, Lucian Ban: Dark Blue

By

Sign in to view read count
Alex Harding, Lucian Ban: Dark Blue
Duo estremamente longevo questo tra il pianista di origini rumene Lucian Ban e il sassofonista di Detroit Alex Harding, questo Dark Blue è il loro quarto album, ma esce a undici anni dal precedente. E la loro intesa è tangibile lungo tutto l'arco del programma, che include solo brani originali (sei di Harding e cinque di Ban) e che ricorda, per intima concentrazione, storici duetto quali quelli di Steve Lacy e Mal Waldron o di Dollar Brand e Archie Shepp.

I due musicisti, del resto, hanno maturato la loro poetica attraverso collaborazioni di tutto rispetto: Ban è abituale collaboratore di Mat Maneri, con il quale ha registrato un album in duo per ECM e altri lavori in formazioni più ampie, anche con la presenza di Evan Parker; Harding si è formato nientemeno che con Julius Hemphill, ha suonato con l'avanguardia chicagoana e ha fatto parte della Sun Ra Arkestra. Non stupisce perciò che qui i due esplorino territori anche molto diversi, passando da ambiti da ballad fumosa (l'iniziale brano eponimo, "Monkey See" e il conclusivo "Hymn," negli ultimi dei quali Harding è al clarinetto basso) a contesti dal lirismo più nervoso e ritmato ("Not That Kind Of Blue"), fino a momenti più liberi ("Tough Love") e perfino di esclusiva elaborazione espressiva ("H.B.," un solo di Harding al baritono, dedicato ad Hamiet Bluiett).

In tutte le diverse situazioni si conserva il mood dettato dal titolo del lavoro, un'oscuro blues reso ancor più denso dagli strumenti bassi che ne descrivono le volute e solo apparentemente stemperato dal pianoforte, che ora accompagna in modo classicamente lirico, ora interviene in modo più contemporaneo, ma sempre asseconda la dolente introspezione del baritono o del clarone.

In equilibrio tra tradizione e innovazione, tra lirismo ed espressività improvvisata, Dark Blue è un disco tutto sommato semplice e immediato, ma egualmente da ascoltare più e più volte per apprezzarne sfumature e profondità.

Track Listing

Dark Blue; Tough Love; Chakra; Black Sea; Monkey See; Not That Kind of Blues; Esto; H.B; Lowcountry Blue; The Invisible Man; Hymn.

Personnel

Alex Harding: bass clarinet.

Album information

Title: Dark Blue | Year Released: 2019 | Record Label: Sunnyside Records

Post a comment about this album


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Tags

More

The Pan American Nutcracker Suite
Joe McCarthy's New York Afro Bop Alliance Big Band
Gordon Grdina's The Twain feat. Dōjō and...
Gordon Grdina's The Twain feat. Dōjō and...
Senkya Padna
Bodurov Trio

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.