Support All About Jazz

All About Jazz needs your help and we have a deal. Pay $20 and we'll hide those six pesky Google ads that appear on every page, plus this box and the slideout box on the right for a full year! You'll also fund website expansion.


I want to help
64

Roberto Bonati Trio: Bianco il vestito nel buio

Neri Pollastri By

Sign in to view read count Views
Roberto Bonati Trio: Bianco il vestito nel buio Nato nel 2011 in occasione del Festival Verdi di Parma, questo trio paritetico, ancorché diretto da Roberto Bonati, vive di (e dà vita a) una straordinaria libertà. I tre protagonisti—accanto al contrabbasso del leader ci sono il piano di Alberto Tacchini e la batteria eccezionalmente creativa di Roberto Dani—si muovono in perfetta interazione, su strutture messe a punto dal leader ma che hanno principalmente la funzione di aprire spazi per l'improvvisazione collettiva.

Le atmosfere sono globalmente intimiste e rarefatte, ma i suoni di tutti e tre i musicisti sono viceversa intensamente materici, di fortissimo impatto espressivo, così che il titolo del lavoro—che richiama il contrasto tra candore e oscurità—trova pienamente un suo senso.

Difficile dire chi dei tre offra maggiori suggestioni: Tacchini—che conoscevamo in contesti più tradizionali—cambia innumerevoli stilemi alla tastiera, Bonati—che mette a frutto la sua esperienza di trasfiguratore di ispirazioni classiche—usa magistralmente l'archetto ma, oltre a presentare alcuni spettacolari passaggi al pizzicato, si affianca a Dani con effetti percussivi e rumori, mentre il batterista—forse il più vocato a questi contesti, i suoi preferiti e che frequenta da anni sia in solitudine e con il trio di Stefano Battaglia—è sempre in primo piano con il suo apporto di colori e contribuisce costantemente a mutare gli scenari. In breve, potremmo parlare di un mirabile esempio di tre solisti che suonano come se fossero uno solo.

Disco meraviglioso, che acquista ancor più valore considerando che si tratta di un live e che i due brani che lo incorniciano—per quanto completamente trasfigurati—sono di Verdi, dal Trovatore quello di apertura, dalla Messa da Requiem quello di chiusura.


Track Listing: Tacea la notte placida; Miserere II; End of March; Settembre; Blanco il vestito nel buio; Early Morning; Lacrymosa.

Personnel: Alberto Tacchini: pianoforte; Roberto Bonati: contrabbasso; Roberto Dani: batteria, percussioni.

Year Released: 2012 | Record Label: Parmafrontiere


Related Video

Shop For Jazz

Profiles
Live Reviews
CD/LP/Track Review
Read more articles
Heureux Comme Avec Une Femme
Heureux Comme Avec...
Parmafrontiere
2015
buy
Heureux Comme Avec Une Femme
Heureux Comme Avec...
ParmaFrontiere
2013
buy
Bianco il vestito nel buio
Bianco il vestito nel...
Parmafrontiere
2012
buy

Post a comment

comments powered by Disqus

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.