All About Jazz

Recensioni

Interview

From emerging talents to today's brightest stars, we interview musicians from around the globe.

Ashley Henry: la bellezza della musica inclusiva

Read "Ashley Henry: la bellezza della musica inclusiva" reviewed by Paolo Marra


Il pianista e compositore Ashley Henry è uno dei più interessanti talenti della nuova generazione di jazzisti britannici che si sta imponendo all'attenzione internazionale. Il suo album di debutto, Beautiful Vinyl Hunter (Sony, 2019), ha rivelato un universo nel quale jazz, grime, drum'n'bass e hip-hop convivono senza snaturare le radici profonde dei grandi jazzisti del passato. Cresciuto nel sud-est di Londra tra ritmi afro-caraibici e dischi di Stevie Wonder, Prince e Marvin Gaye, diplomato al Conservatorio di Leeds in musica ...

3

Christian Pabst: Il momento del cambiamento

Read "Christian Pabst: Il momento del cambiamento" reviewed by Paolo Marra


Con il disco Balbec (etichetta Jazz Sick) il musicista e compositore Christian Pabst di origini tedesche ci trasporta nel luogo immaginario dove il protagonista de “Alla ricerca del tempo perduto" di Marcel Proust fugge per ritrovare un senso allo scorrere del tempo al di fuori del disordine urbano. Come nel libro, i sette brani originali contenuti nel disco diventavano sfumature sonore di un unico flusso di memoria nel quale l'arte diventa fonte ispiratrice per trovare l'equilibrio umano anche nei momenti ...

Dino Piana: un altro giro di Blues

Read "Dino Piana: un altro giro di Blues" reviewed by Paolo Marra


A 91 anni Dino Piana ha ancora voglia di suonare come quando da bambino lo faceva con un pezzo di legno sullo scalino di casa--"non potrei stare un giorno senza suonare, starei male perché ho bisogno di esprimermi" così ci dice il trombonista piemontese nell'intervista che abbiamo realizzato in occasione dell'uscita del suo nuovo disco Al Gir Dal Bughi (Jando Music/Parco della Musica Records) registrato con il trombettista Enrico Rava. Ad accompagnarli Roberto Gatto, Gabriele Evangelista, Julian Oliver Mazzariello e ...

L'autorevole inventiva di Salvatore Maiore

Read "L'autorevole inventiva di Salvatore Maiore" reviewed by Angelo Leonardi


Contrabbassista, violoncellista e compositore tra i più attivi in Italia, Salvatore Maiore ha evidenziato -nelle molte collaborazioni e nei progetti personali-una cifra espressiva particolarmente ricercata, dove il ruolo dei suoi strumenti assume un aspetto propositivo, in una chiara esaltazione delle forme melodiche e timbriche. Di recente ha pubblicato un progetto sulle musiche di Charles Mingus interpretate in duo con la violinista e violista Maria Vicentini. Il titolo dell'opera è Mingus World ed è pubblicata dall'etichetta Velut Luna. ...

1

MAT: Collettivo in evoluzione

Read "MAT: Collettivo in evoluzione" reviewed by Paolo Marra


In Front Of (Tuk Music) è il quarto disco del collettivo MAT formato dal sassofonista Marcello Allulli, il chitarrista Francesco Diodati e il batterista Ermanno Baron. Con alle spalle molteplici collaborazioni in altri progetti, i tre musicisti hanno voluto con questo lavoro definire la loro idea di musica d'insieme senza limiti prestabili. Il risultato sono otto brani nei quali convergono le forme concettuali della libera improvvisazione e dell'effettistica con la brillantezza melodica al servizio dell'espressione. La sensazione all'ascolto è quella ...

4

Gli Unscientific Italians e l'arte della meta-sintesi Friselliana

Read "Gli Unscientific Italians e l'arte della meta-sintesi Friselliana" reviewed by Ludovico Granvassu


Se Nanni Moretti fosse nato nel 1973 invece che nel 1953, la famosa scena di Caro Diario che lo vede in sella ad un vespone per le strade vuote di una languida Roma ferragostana avrebbe avuto come colonna sonora la musica di Bill Frisell piuttosto che quella di Keith Jarrett. Perchè ogni epoca viene definita da un limitato novero di musicisti che la caratterizzano con le loro innovazioni e sonorità e, per chi è cresciuto musicalmente negli anni '80 e ...

1

Enrico Morello: Movimenti ritmici dell'esistenza

Read "Enrico Morello: Movimenti ritmici dell'esistenza" reviewed by Paolo Marra


Dopo aver messo a frutto prestigiose esperienze, tra le quali la militanza nel New Quartet di Enrico Rava, il giovane batterista Enrico Morello arriva all'esordio discografico da leader con Cyclic Signs (Auand Records). Grazie ad una scrittura complessa e ricercata, Morello riesce a coinvolgere l'ascoltatore a livello sensoriale ed emotivo mettendo in luce le sue spiccate doti tecniche ed espressive sia come batterista che come compositore. Cyclic Signs evidenza la propensione di Enrico Morello a sperimentare e approfondire la musica ...


Engage

Contest Giveaways
Enter our latest contest giveaway sponsored by ArtistShare
Publisher's Desk
Harness the power of All About Jazz
Read on.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.