Home » Articoli » Album Review » Poline Renou, Matthieu Donarier, Sylvain Lemêtre: Adieu ...

Poline Renou, Matthieu Donarier, Sylvain Lemêtre: Adieu mes très belles

By

Sign in to view read count
Poline Renou, Matthieu Donarier, Sylvain Lemêtre: Adieu mes très belles
Rielaborando testi e musiche compresi fra dodicesimo e diciassettesimo secolo (e distribuiti tra Francia, Italia, Irlanda, Cipro, Portogallo e Inghilterra) e aggiungendovi pagine proprie, questo trio, naturale estensione del duo Kindergarten fra Poline Renou e Matthieu Donarier, confeziona un lavoro alquanto inusuale, prezioso ed elegante, che non disdegna l'abbraccio con le istanze della libera improvvisazione, inguainandola in un aplomb arcaico, verrebbe da dire atavico, ancestrale, nel profumo, nelle dinamiche, nel passo (pur con qualche eccezione).

E' Poline Renou, soprano di dichiarata impostazione classica (diplomata a Lione, è anche pianista), l'esperta di settore (nel senso di musica antica), ma i due compagni l'assecondano (termine peraltro riduttivo) con assoluta naturalezza, pur se gli episodi generati ex novo trasudano un senso di contemporaneità palpabile quanto felicemente complementare al resto.

Ogni brano ha in qualche misura il sapore del bozzetto (anche proprio per durata, ma non solo), di un'entità inserita in un tutto che non persegue necessariamente l'omogeneità, quanto piuttosto un equilibrio complessivo coglibile su un arco più ampio, disteso. Da ascoltare, quindi, senza star troppo a consultare (semmai a posteriori, questo sì) titoli e autori in copertina, procedimento che potrebbe fuorviare, incasellare la fruizione entro parametri che verosimilmente i tre musicisti preferiscono eludere.

Scevri da steccati o preconcetti potrete godere di quanto vi arriva, magari più di testa che di pancia, sorvolando anche su qualche passaggio un po' estenuato, al limite autocompiaciuto. Quisquiglie, del resto, come avrebbe decretato il grande Totò, entro un lavoro di sicuro spessore.

Track Listing

Adieu mes très belles; La toute petite tribu du début; Cormacus scripsit; Le temple d'on ne sait où; Ohime; Toutes mes joyes; Hodie puer nascitur; Mulandah Kolthadi; Heu me domine; L'icône tout à coup sourit; Inventaire des espèces connues; Maid in the Moor Lay; Ce bel œil; Se tanto amate.

Personnel

Matthieu Donarier
saxophone, tenor

Poline Renou: voice; Matthieu Donarier: clarinet; Sylvain Lemêtre: percussion.

Album information

Title: Adieu mes très belles | Year Released: 2018 | Record Label: Yolk Records


Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Stream
Fergus McCreadie
Volumes & Surfaces
Jason Stein / Damon Smith / Adam Shead
Journey to Where
Trish Clowes & Ross Stanley

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.