Home » Articoli » Album Review » Ed Palermo: A Lousy Day In Harlem

1

Ed Palermo: A Lousy Day In Harlem

By

Sign in to view read count
Ed Palermo: A Lousy Day In Harlem
Il 12 agosto 2018, sessant'anni dopo la celebre foto di Art Kane "A Great Day in Harlem," Ed Palermo s'è fatto fotografare di fronte allo stesso palazzo in pietra marrone. Il titolo del disco non è casuale e la copertina lo ritrae sconsolato, in un marciapiede tristemente vuoto, mentre la sequenza fotografica nel booklet lo vede redarguire il povero Matt Ingman, unico giunto all'appuntamento.

La storiella scherzosa contiene una parte di verità. La scena jazzistica ad Harlem non è più la stessa e quei mitici 57 musicisti sono tutti morti tranne due, Benny Golson e Sonny Rollins. Per fortuna il jazz è vivo più che mai anche se i protagonisti sono ovviamente altri e i quartieri diversi.

Ed Palermo è un bandleader specializzato in tributi, come testimoniano il suo disco più famoso The Ed Palermo Big Band Plays Frank Zappa e altre rivisitazioni di classici del rock e del jazz.

In questo lavoro alterna alcune sue composizioni a temi più o meno noti del repertorio jazzistico confermando le sue doti di arrangiatore con versioni spesso ricche di tensione, caratterizzate da poderosi ensemble, scontri di sezione e ritmi dalla metrica inconsueta. Chi ama la tradizione orchestrale mainstream potrà deliziarsi: l'organico è formato da eccellenti professionisti che intervengono con stringenti assoli.

Nel percorso non mancano brani raffinati come il valzer "Affinity" (caratterizzato dal lungo intervento di Cliff Lyons al sax soprano), ricchi di sorprese ("Next Year") o deliziosamente retrò ("The One With Balloon"). Piacevolmente fantasiose risultano le versioni dell'ellingtoniano "Brasilliance" e del monkiano "Well You Needn't," che si sviluppano con riferimenti ad altri brani dei rispettivi autori

Track Listing

Laurie Frink; Affinity; Brasilliance; Sanfona; Like Lee Morgan; The One with the Balloon; Minority; The Cowboy Song; Well You Needn't; Giant Steps; Next Year; Gargoyles; This Won't Take Long.

Personnel

Ed Palermo
saxophone

Cliff Lyons; Alto Sax, Clarinet, Soprano Sax On “Affinity”; Phil Chester - Alto Sax, Soprano Sax, Flute, Piccolo; Bill Straub - Tenor Sax, Clarinet, Flute; Ben Kono - Tenor Sax, Flute, Oboe; Barbara Cifelli - Baritone Sax, Bass Clarinet, Eb Mutant Clarinet; Ed Palermo, Alto Saxophone. Trumpets: Ronnie Buttacavoli; John Bailey; Steve Jankowski. Trombones: Charley Gordon (Lead); Mike Boschen; Matt Ingman (Bass Trombone); Drums: Ray Marchica; Electric Bass: Paul Adamy; Piano: Bob Quaranta; Keyboard: Ted Kooshian.

Album information

Title: A Lousy Day In Harlem | Year Released: 2019 | Record Label: Sky Cat Records


< Previous
Conspiracy

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

In Situ
Alexa Torres
Just Found Joy
Ricky Alexander
Hittin' It
Mike Clement

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.