All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Benny Benack III: A Lot of Livin' to Do

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Benny Benack III: A Lot of Livin' to Do
Non ancora trentenne Benny Benack III conferma il talento espresso nell'esordio di tre anni fa One of a Kind, con un album frizzante e coinvolgente, dove ritroviamo la baldanza del trombettista neo bop e l'esuberanza del vocalist in equilibrio tra crooner e vocalese.

Il rischio d'essere scambiato come un epigono di Harry Connick Jr. e Michael Buble è concreto ma Benny ha molte frecce al suo arco: ottima educazione musicale (doppia laurea alla Manhattan School of Music), solida esperienza professionale (trombettista con Christian McBride, Michael Dease e sideman nelle orchestre di Jimmy Heath e di Bobby Sanabria), esperienza d'educatore (varie clinics e un apprezzato corso per giovani al Lincoln Center).

Per non farsi etichettare nella categoria dei neo crooner quando venne da Pittsburgh a New York, privilegiò il ruolo di trombettista, debuttando nel gruppo del batterista Ulysses Owens, Jr. e continuando con le formazioni di cui sopra. Dopo vari incoraggiamenti ha deciso di affiancare interpretazioni vocali, con ottimi riscontri.

Anche se la copertina del disco induce qualche equivoco, Benack III non è un prodotto patinato dell'industria musicale: ha gusto interpretativo, buon bagaglio tecnico ed è animato da sincero amore per la tradizione. In quest'album presenta sue composizioni e rilegge noti standard con buona flessibilità di fraseggio, puntualità d'intonazione e swing. In un paio di brani lo affiancano l'ottima emergente Alita Moses e la già affermata Veronica Swift. Vincitrice dell'ultimo referendum di Down Beat nella categoria rising star vocalist , Veronica dà un contributo splendido in "Social Call," alternando seducenti inflessioni timbriche a serrati confronti in scat.

Il quartetto che accompagna il cantante/trombettista è di prim'ordine e la pulsante presenza di Christian McBride si fa sentire. Tra i brani più riusciti segnaliamo il duo con McBride in "Gravy Waltz," la ricercata versione—solo strumentale—di "The Shadow of Your Smile" e il suo "Sub-Zero," ancora solo strumentale ma animato da un bel groove, più la tromba del leader in bell'evidenza.

Track Listing

A Lot of Livin' to Do' Won't You Be My Neighbor; What the World Needs Now; It's You I Like; New Born Blues; Irrepressible; Where Is the Love; Gravy Waltz; The Shadow of Your Smile; Later On; Sub-Zero.

Personnel

Benny Benack III: flugelhorn; Takeshi Ohbayashi: piano; Christian McBride: bass; Ulysses Owens, Jr.: drums.

Album information

Title: A Lot of Livin' to Do | Year Released: 2020 | Record Label: Self Produced

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Sing To The World
Benito Gonzalez
Quasar-Mach
Jeffrey Morgan
Inspirations
Mindaugas Stumbras
Genealogy
CODE Quartet
First Mile
Lamb Anderson Sorgen
What are the Odds?
Dennis Winge

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.