All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Matt Mitchell: Vista Accumulation

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
Matt Mitchell: Vista Accumulation
L'elenco delle formazioni a cui ha prestato i propri servigi è da paura comprendendo, tra gli altri, Tim Berne's Snakeoil, Dave Douglas Quintet, Rudresh Mahanthappa Bird Calls, John Hollenbeck Large Ensemble, ossia una bella fetta della scena avant jazz statunitense, ma come leader il pianista Matt Mitchell è solo alla seconda prova. Vista Accumulation, che giunge dopo l'eccellente esordio di Fiction -gran duo con il batterista Ches Smith -presenta un quartetto di prim'ordine con musicisti dalla mente aperta e abituati alle sfide. Il nuovo lavoro prevede otto brani suddivisi in un doppio CD e una musica dalle molteplici suggestioni, complessa, intricata, fortemente strutturata.

Predominano una decisa componente cameristica incarnata soprattutto dal clarinetto di Chris Speed -memore del Jimmy Giuffre più sperimentale -ed un'atmosfera contigua a certa musica contemporanea, dove prevalgono gli indizi e le allusioni piuttosto che la narrazione. Ma è musica tutt'altro che statica, sottoposta a continue sollecitazioni, dall'andamento quasi mai lineare e dalle traiettorie imprevedibili. L'improvvisazione manipola gli elementi attraverso un processo minimalista, poco incline all'esuberanza espressiva ma più portata ad una geometrica precisione, di contro una palpabile tensione a volte quasi insostenibile rende la musica vibrante ben al di là delle apparenze.

Se i primi sette brani formano una vera e propria suite con un classico alternarsi di climax, di snodi, di gangli nevralgici, l'ottavo è una sorta di sfogo liberatorio dalla compostezza e dalla tensione accumulata. I musicisti mollano le briglie, l'improvvisazione assume contorni più tipicamente jazzistici, le quattro voci si rincorrono in un gioco di potenza e passionalità.

Gran disco.

Track Listing


CD 1:
Select Your Existence; All the Elasticity; Numb Trudge; ‘twouldn’t’ve.
CD 2:
Utensil Strength; Wearing the Wig of Atrophy; Hyper Pathos; The Damaged Center.

Personnel

Matt Mitchell: piano; Chris Speed: sax tenore, clarinetto; Christopher Tordini: contrabbasso; Dan Weiss: batteria.

Album information

Title: Vista Accumulation | Year Released: 2016 | Record Label: Pi Recordings

Post a comment about this album

Tags

View events near New York City
Jazz Near New York City
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop Amazon

More

Read Warmer Than Blood
Warmer Than Blood
Chris Montague
Read Off Brand
Off Brand
Collage Project
Read Expanding Light
Expanding Light
Whit Dickey Trio
Read Iron Starlet
Iron Starlet
Connie Han

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.