All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Matt Mitchell: Vista Accumulation

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
L'elenco delle formazioni a cui ha prestato i propri servigi è da paura comprendendo, tra gli altri, Tim Berne's Snakeoil, Dave Douglas Quintet, Rudresh Mahanthappa Bird Calls, John Hollenbeck Large Ensemble, ossia una bella fetta della scena avant jazz statunitense, ma come leader il pianista Matt Mitchell è solo alla seconda prova. Vista Accumulation, che giunge dopo l'eccellente esordio di Fiction -gran duo con il batterista Ches Smith -presenta un quartetto di prim'ordine con musicisti dalla mente aperta e abituati alle sfide. Il nuovo lavoro prevede otto brani suddivisi in un doppio CD e una musica dalle molteplici suggestioni, complessa, intricata, fortemente strutturata.

Predominano una decisa componente cameristica incarnata soprattutto dal clarinetto di Chris Speed -memore del Jimmy Giuffre più sperimentale -ed un'atmosfera contigua a certa musica contemporanea, dove prevalgono gli indizi e le allusioni piuttosto che la narrazione. Ma è musica tutt'altro che statica, sottoposta a continue sollecitazioni, dall'andamento quasi mai lineare e dalle traiettorie imprevedibili. L'improvvisazione manipola gli elementi attraverso un processo minimalista, poco incline all'esuberanza espressiva ma più portata ad una geometrica precisione, di contro una palpabile tensione a volte quasi insostenibile rende la musica vibrante ben al di là delle apparenze.

Se i primi sette brani formano una vera e propria suite con un classico alternarsi di climax, di snodi, di gangli nevralgici, l'ottavo è una sorta di sfogo liberatorio dalla compostezza e dalla tensione accumulata. I musicisti mollano le briglie, l'improvvisazione assume contorni più tipicamente jazzistici, le quattro voci si rincorrono in un gioco di potenza e passionalità.

Gran disco.

Track Listing:
CD 1:
Select Your Existence; All the Elasticity; Numb Trudge; ‘twouldn’t’ve.
CD 2:
Utensil Strength; Wearing the Wig of Atrophy; Hyper Pathos; The Damaged Center.

Personnel: Matt Mitchell: piano; Chris Speed: sax tenore, clarinetto; Christopher Tordini: contrabbasso; Dan Weiss: batteria.

Title: Vista Accumulation | Year Released: 2016 | Record Label: Pi Recordings

About Matt Mitchell
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Jazz Near New York City
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Lisipi
Lisipi
By Dan McClenaghan
Read Reminiscing In Tempo
Reminiscing In Tempo
By C. Michael Bailey
Read Strandwal
Strandwal
By Mark Corroto