All About Jazz

Home » Articoli » Multiple Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

0

Uri Caine: gli ultimi progetti

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Gli ultimi due album di Uri Caine confermano la sua statura di musicista poliedrico e inclassificabile. Il pianista di Filadelfia spazia da sempre tra scuole e generi con disincanto e spirito critico ed è uno dei rari compositori e interpreti d'oggi che esprime costante originalità.
In questi due dischi, autoprodotti, non abbiamo sorprese stilistiche, solo grande musica. In Calibrated Thickness ritroviamo il jazzman a tutto tondo in un trio stellare mentre Space Kiss è un progetto che celebra indirettamente il compositore polacco Witold Lutoslawski in sette composizioni originali eseguite assieme al Lutoslawski Quartet.

Uri Caine, Mark Helias, Clarence Penn
Calibrated Thickness
816 Music
2015
Valutazione: * * * * ½

L'ultima incisione di Uri Caine in trio risaliva al 2011 con l'album Siren, realizzato assieme a John Hébert e Ben Perowsky. Il lavoro attuale documenta il punto di arrivo di un sodalizio iniziato qualche anno fa con il bassista Mark Helias e il batterista Clarence Penn. La formazione è prossima ad effettuare un tour europeo che toccherà anche l'Italia nel mese di ottobre (con tappe a Bollate, Firenze e Padova).

I tre sono partner di lunga data. Uri Caine era assieme al bassista nel gruppo di Don Byron e al batterista nel quintetto di Dave Douglas. L'affinità espressiva e l'interplay sono palpabili in tutti i percorsi dell'album, che spazia principalmente i tre vasti ambiti espressivi: un estroverso straight-ahead ricco di swing e venature funky, un'esplorazione astratta in libera improvvisazione, e infine liriche ballad venate di riferimenti classici. In tre brani di taglio esplorativo s'inserisce la tagliente cornetta di Kirk Knuffke: i dinamici "Submission" e "Hidden Glances," il riflessivo "Shadow of a Doubt."

I vari brani sono tutti del pianista e si alternano nel corso del disco offrendo un variopinto e avvincente spettro stilistico, che spazia da momenti d'astratto (o cameristico) lirismo ad altri palpitanti di tensione. Una musica viva e ispirata, cromaticamente brillante e di forte impatto che non mancherà di coinvolgere l'ascoltatore.

Uri Caine -Lutoslawski Quartet
Space Kiss
816 Music
2016
Valutazione: * * * * ½

Alcuni concerti di Uri Caine assieme al Lutoslawski Quartet sono stati presentati nel giugno scorso a New York, nell'ambito della rassegna promossa negli USA dal Jazztopad Festival di Wroclaw. Quest'album raccoglie esecuzioni commissionate dagli organizzatori del festival polacco ed eseguite nell'anno passato in varie occasioni. Il giovane organico- -nato nel 2007-è uno dei preminenti quartetto d'archi organici di Polonia: le sue collaborazioni hanno spaziato da musicisti classici (Bruno Canino, Garrick Ohlsson, Kevin Kenner) a jazzmen di primo piano come Kenny Wheeler e John Taylor.

Nel disco il quartetto esegue parti scritte mentre il pianista si ritaglia ampi margini per improvvisare, con appassionante vigore. È ovviamente impossibile dare in poche righe una sintesi di questa musica. Il clima è provalentemente classico contemporaneo, con esecuzioni dinamicamente cangianti anche se prevalgono i momenti incalzanti, col quartetto a eseguire frenetici ostinato o intricate parti collettive. Le eccezioni però non mancano. In "Your Eyes Like Doves" il clima è prevalentemente romantico (con qualche sorpresa nella seconda parte) e la composizione si snoda privilegiando atmosfere radiose ed evanescenti. Altro momento di marcato lirismo è il solenne "Prayer" anche se la melodia si snoda lentamente in forme astratte.

Elenco dei brani e musicisti

Calibrated Thickness
Calibrated Thickness: Manahatta; Woke Up This Morning; Icicles; Submission; Golem; Bleeding Heart; Night Wrestler; Climb to the Top; Hidden Glances; Scatterbrain Suite; He Said She; Sticks and Stones; Time in Between; Shadow of a Doubt; Downward Spiral.

Uri Caine: pianoforte; Mark Helias: contrabbasso; Clarence Penn: batteria; Kirk Knuffke: cornetta.

Space Kiss
Knucklehead; Space Kiss; Your Eyes Like Doves; Past Is Present; Zephyr; Burlesque; Prayer.

Uri Caine: pianoforte; Bartosz Woroch: 1° violino; Marcin Markowicz: 2° violino; Artur Rozmyslowicz: viola; Maciej Mlodawski: violoncello.

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read 3x3: Piano Trios, vol. V Multiple Reviews
3x3: Piano Trios, vol. V
By Geno Thackara
May 18, 2019
Read Bill Evans and Wes Montgomery: Masters At Work Multiple Reviews
Bill Evans and Wes Montgomery: Masters At Work
By Doug Collette
May 17, 2019
Read The Sounds of Saxophones Multiple Reviews
The Sounds of Saxophones
By Jerome Wilson
April 26, 2019
Read Alex Chilton: Roots In The Sky Multiple Reviews
Alex Chilton: Roots In The Sky
By Doug Collette
April 20, 2019
Read Piano in Solitude Multiple Reviews
Piano in Solitude
By Geno Thackara
April 14, 2019
Read Graham Parker: Sparks Keep Flying! Multiple Reviews
Graham Parker: Sparks Keep Flying!
By Doug Collette
April 13, 2019