Home » Articoli » Ballister: Slag

Album Review

Ballister: Slag

By

Sign in to view read count
Ballister: Slag
Ballister: cronache di una working band.

Sesto album per questo trio, formato nel 2009 da Dave Rempis (sax contralto e tenore) insieme a Fred Lonberg-Holm (violoncello, elettronica) e Paal Nilssen-Love (batteria e percussioni varie).
Negli anni la musica del trio ha sempre mantenuto le stesse caratteristiche di base: un'improvvisazione collettiva caratterizzata da una forte spinta ritmica, dove la batteria implacabile di Nilssen-Love sostiene le evoluzioni di Rempis al sassofono, in pieno stile fire music, mentre il violoncello elettrificato di Lonberg-Holm infittisce la trama con tessiture coloristiche in continua mutazione.

Disco dopo disco, concerto dopo concerto, il gruppo è cresciuto sensibilmente in termini di coesione ed efficacia, arrivando a quella rara dimensione performativa in cui ogni suono diventa necessario, l'intesa è telepatica e la musica scorre libera, senza incertezze. Oggi Ballister è il perfetto esempio di un approccio improvvisativo in cui l'esplorazione delle possibilità di interazione tra i diversi strumenti, e il continuo affinamento delle dinamiche interne, rivestono un ruolo essenziale.

Registrato dal vivo al Café OTO di Londra nel 2015, Slag restituisce con precisione l'atmosfera live, dimensione ideale per l'approccio esplorativo che caratterizza il trio.
Slag è diviso in tre lunghi brani, tra i sedici e i ventitré minuti di durata, che pur muovendosi in ambiti tutto sommato tipici dell'improvvisazione libera—la progressione a densità variabile, la narrazione ritmica e la divagazione astratta—risultano sempre convincenti.
Il secondo brano è particolarmente efficace, con i diversi linguaggi che costituiscono la poetica di Ballister bene in evidenza. L'inizio vede protagonista il sassofono, con una melodia squisitamente jazz che evolve in continue divagazioni, mentre il violoncello alterna brevi passaggi in unisono ad ampie tessiture armoniche. La batteria procede con una fitta attività prevalentemente aritmica, ricca di accenti e sfumature, che introduce una breve parentesi riservata a sax e violoncello, dedicata alla ricerca timbrica più astratta. La performance si conclude con un lento crescendo free che si trasforma presto in un assalto frontale quasi rock, riportando la musica ad una prorompente fisicità.

Slag è, ancora una volta, dimostrazione di come Ballister abbia saputo trovare una formula estremamente originale, attenta alla tradizione del free jazz e allo stesso tempo innovativa nel modo in cui il vocabolario dell'improvvisazione viene continuamente alterato ed espanso.

Track Listing

Fauchard; Guisarme; Glaive.

Personnel

Dave Rempis: alto saxophone; tenor saxophone; tenor saxophone; Fred Lonberg-Holm: cello, electronics; Paal Nilssen-Love: drums.

Album information

Title: Slag | Year Released: 2017 | Record Label: Aerophonic Records

Post a comment about this album

Tags

More

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.