All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Oz Noy: Schizophrenic

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Il chitarrista Oz Noy è nato in Israele ma risiede da tempo negli Stati Uniti e giunge, con questo Schizophrenic alla sua quarta prova discografica. A partire dal primo album (intitolato semplicemente Ha!) pubblicato nel 2005, il chitarrista si avvale di un manipolo di collaboratori importanti che rimane abbastanza stabile e gli consente di lavorare su meccanismi ben collaudati che gli fanno perseguire un cammino tracciato sulla linea maestra del jazz-rock senza mai esagerare nelle divagazioni.

I nomi sono ben noti: Anton Fig e Keith Carlock alla batteria, Will Lee al basso elettrico. In occasione di questo Schizophrenic viene reclutato anche il bravo Dave Weckl che suona la batteria in 4 brani. Un cameo è fornito anche dal collega Steve Lukather, presente in soli due brani. Meno noti i tre tastieristi che si alternano all'organo e ai synth, anche se Ricky Peterson ha alle spalle importanti collaborazioni con David Sanborn e tanti altri.

La ritmica è sempre ben centrata e dinamica e su una simile autostrada il lavoro di Noy riesce a risaltare come uno smeraldo scintillante sopra ad un bel panno di velluto nero. La sua tecnica è decisamente all'altezza e le linee di chitarra guizzano a dovere senza però dare mai la sensazione di correre senza costrutto lungo le scale infinite che non portano ad alcuna meta. Le sue frasi sono quasi sempre ben congeniate e in un certo modo, tolte le notevoli differenze di formazione culturale, possiamo vedere alcune somiglianze con il modo di fraseggiare di Nguyen Le, anche se Oz Noy sembra più consistente ritmicamente e magari meno preciso nelle strettoie del fraseggio. Altri hanno già sottolineato un apparentamento con Jeff Beck (pensando soprattutto al Jeff Beck più jazzistico) e probabilmente possiamo trovare qualche influenza proveniente anche da Robben Ford (a cominciare dal titolo dell'album).

In realtà Oz Noy è perfettamente in grado di affrancarsi da questi importanti modelli e sa portare avanti un suo progetto con eleganza ed energia. Un segnale importante è dato anche da fatto che tutti i nove brani dell'album sono originali dello stesso chitarrista. Alla fine della fiera è interessante segnalare come il jazz-rock di fondo sappia tingersi di blues ogni volta che serve, in una miscela certamente non innovativa ma sempre piacevole ed espressiva.

Track Listing: 01. Ice Pick; 02. 120 Heart Beats; 03. Seven; 04. Schizophrenic; 05. Elephant Walk; 06. Twice in a While; 07. Jelly Blue; 08. Underwater Romance; 09. Bug Out.

Personnel: Oz Noy (chitarra, loops, percussioni); Keith Carlock (batteria); Will Lee (basso, percussioni); Ricky Peterson (organo); Chris Palmaro (tastiere); Shai Bachar (synth); Anton Fig (batteria); Steve Lukather (chitarra); Sheri Miller (percussioni); Dave Weckl (batteria).

Title: Schizophrenic | Year Released: 2010 | Record Label: Magnatude Records

About Oz Noy
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related