0

Joe Fiedler: Sacred Chrome Orb

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Joe Fiedler: Sacred Chrome Orb Non si può certo dire che manchi coraggio al trombonista Joe Fiedler (lui sostiene che la pronuncia corretta è 'Faidler,' probabilmente a seguito di una discendenza tedesca). Affrontare la sfida di questo album alla testa di un ottimo trio composto, oltre che dal suo trombone, da basso e batteria, lo porta immediatamente al centro del ring. Il trombone di Fiedler è ruvido ed efficace, grumoso quanto basta per sfrangiare a dovere la componente timbrica. La mancanza del pianoforte lo libera da laccioli armonici che a questo punto vengono forniti solo dalle belle linee di basso di Hébert. Ma sono legami del tutto virtuali e infatti le frasi di Fiedler si innalzano senza paura nel firmamento, senza costrizioni apparenti. Libere di raccontare storie che profumano di carbone e sale marino. La batteria di Sarin è fantasiosa ed efficace, un motorino caricato a molla che non si ferma mai e spinge imperterrito come se fossimo sempre sui Pirenei.

Fiedler non è nuovo a questo tipo di sfida (e infatti praticamente tutti i suoi dischi sono in trio, come per esempio The Crab, che ha la stessa formazione di Sacred Chrome Orb, e 110 Bridge St. che invece lo vedeva affiancato dal saxofonista/clarinettista Ben Koen e dal batterista Ed Ware) e ancora una volta la vince a mani basse. Ascoltandolo si direbbe che la ricetta è piuttosto semplice: basta prendere una ottima sezione ritmica (per questo ha scelto John Hébert e Michael Sarin, ed ha fatto decisamente bene) e poter contare su braccio sciolto e labbro certissimo. Tutto qua.

Poi bisogna saper scrivere belle composizioni, a volte delicate, spesso vigorose ma senza mai perdere in raffinatezza. Poi non bisogna avere timore del proscenio. E di sicuro Joe Fiedler, senza essere arrogante, questa paura non la conosce. Infatti è sempre pronto a passare senza soluzione di continuità dalle linee delle composizioni a quelle delle improvvisazioni. Impavido comandante che mai abbandona la nave (forse questa affermazione vi ricorda qualcosa...).


Track Listing: 01 Occult; 02 Next Phase; 03 Sacred Chrome Orb; 04 Ging Gong; 05 Two Kooks; 06 Ethiopia; 07 #11; 08 Priestish; 09 Chicken; 10 Einstein Quote.

Personnel: Joe Fiedler (trombone); John Hébert (basso); Michael Sarin (batteria).

Title: Sacred Chrome Orb | Year Released: 2012 | Record Label: Panama Bay Coffee Co.


Tags

comments powered by Disqus

More Articles

Read 90 Going On Amazing CD/LP/Track Review 90 Going On Amazing
by Dan Bilawsky
Published: August 21, 2017
Read Let There Be Life, Love and Laughter CD/LP/Track Review Let There Be Life, Love and Laughter
by Victor L. Schermer
Published: August 21, 2017
Read L.O.T.U.S. CD/LP/Track Review L.O.T.U.S.
by Mark Corroto
Published: August 21, 2017
Read Art in the Age of Automation CD/LP/Track Review Art in the Age of Automation
by Geno Thackara
Published: August 21, 2017
Read Screen Sounds CD/LP/Track Review Screen Sounds
by Dan Bilawsky
Published: August 20, 2017
Read Rediscovered Ellington CD/LP/Track Review Rediscovered Ellington
by Troy Dostert
Published: August 20, 2017
Read "IIII+IIII" CD/LP/Track Review IIII+IIII
by James Nadal
Published: April 17, 2017
Read "Gratitude" CD/LP/Track Review Gratitude
by Geno Thackara
Published: April 10, 2017
Read "Chromola" CD/LP/Track Review Chromola
by John Eyles
Published: March 23, 2017
Read "Akua's Dance" CD/LP/Track Review Akua's Dance
by Hrayr Attarian
Published: April 19, 2017
Read "Binary" CD/LP/Track Review Binary
by Dave Wayne
Published: January 5, 2017
Read "Petite Afrique" CD/LP/Track Review Petite Afrique
by Dan Bilawsky
Published: April 29, 2017

Sponsor: JANA PROJECT | LEARN MORE  

Support our sponsor

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.