0

Joe Fiedler: Sacred Chrome Orb

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Non si può certo dire che manchi coraggio al trombonista Joe Fiedler (lui sostiene che la pronuncia corretta è 'Faidler,' probabilmente a seguito di una discendenza tedesca). Affrontare la sfida di questo album alla testa di un ottimo trio composto, oltre che dal suo trombone, da basso e batteria, lo porta immediatamente al centro del ring. Il trombone di Fiedler è ruvido ed efficace, grumoso quanto basta per sfrangiare a dovere la componente timbrica. La mancanza del pianoforte lo libera da laccioli armonici che a questo punto vengono forniti solo dalle belle linee di basso di Hébert. Ma sono legami del tutto virtuali e infatti le frasi di Fiedler si innalzano senza paura nel firmamento, senza costrizioni apparenti. Libere di raccontare storie che profumano di carbone e sale marino. La batteria di Sarin è fantasiosa ed efficace, un motorino caricato a molla che non si ferma mai e spinge imperterrito come se fossimo sempre sui Pirenei.

Fiedler non è nuovo a questo tipo di sfida (e infatti praticamente tutti i suoi dischi sono in trio, come per esempio The Crab, che ha la stessa formazione di Sacred Chrome Orb, e 110 Bridge St. che invece lo vedeva affiancato dal saxofonista/clarinettista Ben Koen e dal batterista Ed Ware) e ancora una volta la vince a mani basse. Ascoltandolo si direbbe che la ricetta è piuttosto semplice: basta prendere una ottima sezione ritmica (per questo ha scelto John Hébert e Michael Sarin, ed ha fatto decisamente bene) e poter contare su braccio sciolto e labbro certissimo. Tutto qua.

Poi bisogna saper scrivere belle composizioni, a volte delicate, spesso vigorose ma senza mai perdere in raffinatezza. Poi non bisogna avere timore del proscenio. E di sicuro Joe Fiedler, senza essere arrogante, questa paura non la conosce. Infatti è sempre pronto a passare senza soluzione di continuità dalle linee delle composizioni a quelle delle improvvisazioni. Impavido comandante che mai abbandona la nave (forse questa affermazione vi ricorda qualcosa...).


Track Listing: 01 Occult; 02 Next Phase; 03 Sacred Chrome Orb; 04 Ging Gong; 05 Two Kooks; 06 Ethiopia; 07 #11; 08 Priestish; 09 Chicken; 10 Einstein Quote.

Personnel: Joe Fiedler (trombone); John Hébert (basso); Michael Sarin (batteria).

Title: Sacred Chrome Orb | Year Released: 2012 | Record Label: Panama Bay Coffee Co.


Tags

comments powered by Disqus

More Articles

Read The Study of Touch CD/LP/Track Review The Study of Touch
by Karl Ackermann
Published: October 20, 2017
Read Another North CD/LP/Track Review Another North
by Roger Farbey
Published: October 19, 2017
Read Gledalec CD/LP/Track Review Gledalec
by John Sharpe
Published: October 19, 2017
Read Flux Reflux CD/LP/Track Review Flux Reflux
by Glenn Astarita
Published: October 19, 2017
Read Christmas With Champian CD/LP/Track Review Christmas With Champian
by Dan McClenaghan
Published: October 19, 2017
Read Harmony of Difference CD/LP/Track Review Harmony of Difference
by Phil Barnes
Published: October 18, 2017
Read "Migration Blues" CD/LP/Track Review Migration Blues
by Chris Mosey
Published: March 26, 2017
Read "Samba Para a Vida" CD/LP/Track Review Samba Para a Vida
by Edward Blanco
Published: August 7, 2017
Read "Then and Now" CD/LP/Track Review Then and Now
by Jack Bowers
Published: July 28, 2017
Read "Radio Luboyna" CD/LP/Track Review Radio Luboyna
by Nenad Georgievski
Published: April 9, 2017
Read "One Minute Later" CD/LP/Track Review One Minute Later
by Dan Bilawsky
Published: April 28, 2017
Read "The Adventures of Zodd Zundgren" CD/LP/Track Review The Adventures of Zodd Zundgren
by Karl Ackermann
Published: October 16, 2017

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.