All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Kris Davis: Rye Eclipse

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Ecco un talento da seguire con attenzione.

La pianista canadese Kris Davis opera a New York dagli inizi del decennio e dopo una prima fase legata a modelli neo-bop (evidente nel suo primo disco, Lifespan), ha iniziato ad esplorare territori più aperti, formando questo quartetto nel 2002 con il marito batterista Jeff Davis, il formidabile sassofonista Tony Malaby e il bassista Eivind Opsvik.

In questi sei anni la formazione ha suonato regolarmente negli Stati Uniti, in Canada, Norvegia e Svezia diventando un organico fortemente coeso, che opera sul confine tra i modelli della libera improvvisazione post-free e un rigoroso quadro strutturale che fa capo alle complesse composizioni della pianista [di cui avevamo in passato recensito The Slightest Shift].

Dotata di una ricco background classico, Kris si muove con grande equilibrio tra la compostezza formale della musica da camera e la libertà di sperimentazione che ha acquisito nelle sue collaborazioni con John Hollenbeck, Ron Horton, Chris Speed e altri. Ne deriva un album sorprendente per maturità, fantasia e ricchezza di sintesi dove non mancano momenti di forte coinvolgimento ritmico, con sequenze iterate basate sul pianoforte compulsivo e martellante che sostiene le appassionanti improvvisazioni di Malaby. Da questo punto di vista il momento più convincente dell'album (anche per l'ascoltatore meno avvezzo alle cose d'avanguardia) è "Black Tunnel" ma nel percorso non mancano occasioni per coinvolgersi in una musica ricca di brillanti colori e animata da frequenti mutamenti di clima.

Sul fronte dei solisti spicca innanzitutto l'impetuoso e avvincente lavoro di Tony Malaby legato alla pianista da una forte empatia. Il lavoro strumentale di quest'ultima è tanto più apprezzabile in quanto evita inutili protagonismi in funzione delle dinamiche complessive: ora è magmatico e tecnicamente eloquente, dai fortissimi clusters, ora si limita a scarne (ma efficaci) funzioni di sostegno.

Segnatevi il nome di Kris Davis: ne sentiremo ancora parlare.

Track Listing: 01. Rye Eclipse - 10:31; 02. Wayne Oscar - 4:11; 03. Prairie Eyes - 5:29; 04. Minnow Bucket - 2:43; 05. Empty Beehive - 6:06; 06. Samuro - 3:09; 07. Black Tunnel - 7:30; 08. Rye Resurrected - 3:44. Tutte le composizioni sono di Kris Davis.

Personnel: Kris Davis (pianoforte); Tony Malaby (sax tenore); Eivind Opsvik (contrabbasso); Jeff Davis (batteria).

Title: Rye Eclipse | Year Released: 2009 | Record Label: Fresh Sound New Talent

About Kris Davis
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Blue World
Blue World
By Victor L. Schermer
Read Tenging
Tenging
By Friedrich Kunzmann
Read The Best Part
The Best Part
By C. Michael Bailey
Read Nothing But Time
Nothing But Time
By Karl Ackermann
Read Philosophy
Philosophy
By Mark Corroto
Read Vegetable Soup
Vegetable Soup
By Mackenzie Horne
Read Sun Rings
Sun Rings
By Mark Sullivan