Home » Articoli » Album Review

1

Tethered Moon: Play Kurt Weill

By

Sign in to view read count
Tethered Moon: Play Kurt Weill
Continua l’operazione di ristampe del catalogo JMT da parte della Winter & Winter nella inconfondibile edizione cartonata nera con scritte bianche e rosse. Il CD in questione recupera una incisione del dicembre 1994 ad opera di Tethered Moon, trio composto da due fuoriclasse come Gary Peacock e Paul Motian e da Masabumi Kikuchi, pianista giapponese meno noto al grande pubblico, ma molto attivo con progetti che spaziano dal piano solo, all’elettronica, al funky, al jazz classico.

Non nuovo ad album a tema (ha rivolto le proprie attenzioni, con risultati alterni, alla musica di Edith Piaf, Jimi Hendrix e Giacomo Puccini), il trio si dedica alla musica di Kurt Weill, altro autore ampiamente rivisitato dal mondo jazzistico e non solo. Proprio la curiosità e lo spirito di ricerca che hanno sempre contraddistinto le carriere di Peacock e di Motian, associati all’eclettismo di Kikuchi, indirizzavano le aspettative verso un CD coraggioso ed anticonvenzionale. Aspettative che non sono andate deluse.

Perché l’approccio di Tethered Moon al materiale di Kurt Weill è un po’ figlio di quello dello Standards Trio di Keith Jarrett nei confronti dei grandi song della tradizione nordamericana. Una continua, implacabile esplorazione che partendo da riconosciute e riconoscibili linee guida, si avventura in territori musicali assolutamente personali, attingendo linfa e creatività dai meandri più reconditi della propria ispirazione artistica.

E anche l’austero Weill non sfugge a questa regola. Celeberrimi brani come “Alabama Song“, “Moritat“, “September Song“, “Bilbao Song“, “My Ship“, vengono trasformati/trasfigurati dall’allucinata vis improvvisativa di Kikuchi. Il pianista giapponese non possiede la sofferta profondità di Jarrett, ma sa coniugare sapientemente romanticismo di stampo europeo e sofisticata essenzialità alla Paul Bley, improvvisazioni senza rete e senso della disciplina, qualità che vengono esaltate dalle incredibili sollecitazioni provenienti dall’accoppiata Peacock/Motian, in forma strepitosa.

Track Listing

01. Alabama Song - 09:32; 02. Barbara Song - 06:36; 03. Moritat - 11:14; 04. September Song - 08:37; 05. It Nevere Was You - 01:45; 06. Trouble Man - 05:00; 07. Speak Low - 06:52; 08. Bilbao Song - 04:37; 09. My Ship - 05:26.

Personnel

Masabumi Kikuchi (piano); Gary Peacock (contrabbasso); Paul Motian (batteria).

Album information

Title: Play Kurt Weill | Year Released: 2006 | Record Label: Winter & Winter

Post a comment about this album

Tags

More

Honoring Pat Martino, Volume 1
Alternative Guitar Summit
Full Circle
Gary Brumburgh
Brand New World Trio
David Murray, Brad Jones, Hamid Drake
'Flicted
Bruce Hornsby

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.