All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Terraza Big Band: One Day Wonder

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Dopo tre anni di esibizioni mensili al club Terraza 7 nel Queens (NY), quest'orchestra di 18 elementi debutta con un CD di nove composizioni originali arrangiate dal sassofonista Michael Thomas. Questi è il co-leader della band assieme al contrabbassista Edward Perez, che è anche autore di molti brani. Conosciutisi a Boston quand'erano studenti di musica, i due si sono ritrovati "roommates" a New York ed hanno ideato questo progetto che nel tempo ha raccolto alcuni dei migliori giovani jazzisti dell'area di New York.

Dall'estate 2015, ogni primo giovedì del mese, l'orchestra s'è trovata nel locale di Freddy Castiblanco, per prove aperte ed esibizioni di fronte al pubblico. Un training significativo che mostra il suo risultato in quest'elettrizzante album che porta nuova linfa al movimento di rinascita orchestrale emerso dal nuovo millennio negli USA e di cui abbiamo già parlato in questo sito. La conduzione dell'incisione è stata affidata a Miho Hazama (chi meglio di lei?) e il disco è stato presentato ufficialmente il 13 maggio scorso al Dizzy's Club Coca-Cola di New York.

Per valutare appieno l'impatto di questa formazione è bene iniziare l'ascolto dal brano di Troy Roberts che dà il titolo al disco, ”One Day Wonder”. L'estetica di riferimento è il modern mainstream orchestrale perfezionato da Thad Jones e Mel Lewis, attualizzato in un frenetico gioco di sezioni di straordinaria duttilità, che evidenzia l'alto livello tecnico dell'ensemble e la sua forte carica spettacolare. Altri riferimenti estetici sono legati all'universo sudamericano e non è casuale che Edward Perez abbia suonato due anni a Lima con musicisti peruviani del calibro di Juan Medrano Cotito. Altro brano particolarmente eccitante dell'album è ”Me Lo Dijo Mi Primo”, sviluppato su un'incalzante base ritmica latina.

L'album coinvolge in ogni traccia grazie alla bellezza dei temi (non mancano quelli eleganti come ”Without Doubt” e ”Flights of Angels”) e alle orchestrazioni ritmicamente e timbricamente cangianti, con improvvise aperture e un equilibrato spazio per i solisti.

Un'orchestra esemplare per una musica ricca di palpabile tensione. Il mainstream orchestrale sa ancora regalare forti emozioni.

CD della settimana.

Track Listing: Zed; A New Leaf; One Day Wonder; Without Doubt; Pasar el Tiempo, Aunque Fugaz, Contigo; Flights of Angels; Longing; Me Lo Dijo Mi Primo; Think Tank.

Personnel: Sam Hoyt, Alex Norris, David Neves, Josh Deutsch: trumpets; John Fedchock, Matt McDonald, Nick Vayenas, Jennifer Wharton: trombones; Michael Thomas, Roman Filiu, Troy Roberts, Lucas Pino, Andy Gutauskas: saxophones; Luis Perdomo: piano; Alex Wintz: guitar; Edward Perez: bass; Jimmy Macbride: drums; Samuel Torres: percussion; Miho Hazama: conductor.

Title: One Day Wonder | Year Released: 2019 | Record Label: Outside In Music

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read The Turning Album Reviews
The Turning
By Bruce Lindsay
July 20, 2019
Read Reveries and Revelations Album Reviews
Reveries and Revelations
By John Eyles
July 20, 2019
Read Live/Shapeshifter Album Reviews
Live/Shapeshifter
By Don Phipps
July 20, 2019
Read Vol 3 Album Reviews
Vol 3
By Phillip Woolever
July 20, 2019
Read First Nature Album Reviews
First Nature
By Troy Dostert
July 19, 2019
Read Sacred Kind of Love: The Columbia Recordings Album Reviews
Sacred Kind of Love: The Columbia Recordings
By Jakob Baekgaard
July 19, 2019
Read Perhaps Album Reviews
Perhaps
By Don Phipps
July 19, 2019