Home » Articoli » Stephan Micus: On the Wing

1
Album Review

Stephan Micus: On the Wing

By

Sign in to view read count
Stephan Micus: On the Wing
Il vagabondaggio musicale del polistrumentista tedesco Stephan Micus ha prodotto un altro dei suoi diari di viaggio. Cultore della world music totale, Micus sintetizza le tradizioni musicali di tutto il mondo utilizzandone gli strumenti tipici in un mix inedito, ottenuto creando una sorta di orchestra panetnica virtuale attraverso l'impiego di numerose sovraincisioni.

Nonostante la formula si presti a poche possibilità di variazione, l'effetto ripetizione è mitigato, oltre che dalla ispirazione sempre viva dell'artista, dalla continua introduzione di nuovi strumenti.

Questa volta le novità sono il mudbesh (uno strumento ad ancia iracheno), il sattar (strumento cinese a corde suonato con l'archetto), lo hné (birmano, doppia ancia) e il mandobahar (indiano, a corde con archetto). Micus li moltiplica e li accosta in varie combinazioni, spesso assolutamente inedite, grazie al multitracking, affiancandoli ai suoi strumenti principali (le chitarre classica e acustica, i vari tipi di flauto etnico - nay, suling e shakuhachi), in una tavolozza timbrica con cui dipinge paesaggi sonori personali. Degna di nota anche la rinuncia all'uso della voce, quasi sempre presente nelle sue opere.

Inutile cercare di descrivere a parole il flusso di note che ne deriva, e le profonde sensazioni evocate: la musica di Micus è qualcosa che va sperimentata direttamente, uno stimolo alla meditazione interiore, troppo intima per poter essere condivisa efficacemente con chi non l'ha provata in prima persona. Non ci si aspetti una world music da cartolina, o il ricorso a facili esotismi: la ricerca (sia musicale che spirituale) di Micus è sobria e rigorosa, ma anche morbida e serena, consolidata in un cammino più che trentennale.

Il disco costituisce l'ideale proseguimento dei precedenti Life e Towards the Wind, e come ciascuno dei suoi lavori riesce ogni volta a rinnovare nell'ascoltatore il fascino della scoperta di un mondo sempre diverso pur nella sua apparente immutabilità, altro merito da attribuire all'originalità di questo straordinario e unico artista.

Track Listing

Part 1: On the Wing; Part 2: Winterlight; Part 3: Gazelle; Part 4: Blossoms in the Wind; Part 5: The Bride; Part 6: Ancient Trees; Part 7: In the Dancing Snow; Part 8: The Gate; Part 9: Turquoise Fields; Part 10: Morning Sky.

Personnel

Stephan Micus: sattar (1, 2, 4, 7, 9); mudbedsh (1, 5, 7); classical guitar (3); nay (3, 9); sho (4); hn

Album information

Title: On the Wing | Year Released: 2007 | Record Label: ECM Records

Post a comment about this album

Tags

More

Siwan: Hafla
Jon Balke
Head Borders
The Young Immigrants
Fire In The West
Neil Swainson
Blues Etudes
Rob Magill

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.